HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Il convivente superstite ed il contratto di locazione
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

17 giugno 2001

IL DIRITTO DEL CONVIVENTE DI SUBENTRARE AL PARTNER DEFUNTO NEL CONTRATTO DI LOCAZIONE

IL DIRITTO DEL CONVIVENTE DI SUBENTRARE AL PARTNER DEFUNTO NEL CONTRATTO DI LOCAZIONE

 

Il fenomeno della ‘convivenza more uxorio’, espressione che indica una coppia non legata dal vincolo matrimoniale e che convive come marito e moglie, è oggi molto diffuso nella realtà sociale e pone problemi rispetto ai quali l’ordinamento giuridico non dispone di strumenti adeguati di risposta.

Infatti, la tutela della convivenza more uxorio (o famiglia di fatto) è solo parziale ed è frutto dell’opera della giurisprudenza, che, pur senza equiparare la famiglia di fatto alla famiglia fondata sul matrimonio, in assenza di idonea normativa, interpretando la legge per applicarla al caso concreto, provvede a regolare situazioni relative al rapporto tra i conviventi di fatto.

In giurisprudenza si riscontrano due orientamenti:

    • quello dei giudici di legittimità (Corte di Cassazione), secondo cui alla famiglia di fatto non possono essere applicate per analogia le norme che regolano i rapporti tra coniugi, in considerazione della netta differenza tra i due tipi di coppia (la famiglia fondata sul matrimonio è caratterizzata da una serie di diritti e doveri che sarebbero in contraddizione con la natura precaria della convivenza, scelta proprio da chi vuole sottrarsi alla complessa disciplina dei rapporti tra coniugi)
    • quello dei giudici di merito, i quali, invece, tendono ad applicare, analogicamente alla famiglia di fatto, molte disposizioni che regolano i rapporti tra coniugi.

In particolare, in materia di locazione di immobili ad uso abitativo, si è riconosciuto al convivente di fatto il diritto di succedere nel contratto di locazione in caso di morte del partner inquilino (o conduttore).

Lo stesso diritto spetta al convivente nell’ipotesi in cui, cessata la convivenza per allontanamento del partner, sia rimasto nell’immobile locato con i figli nati dall’unione col conduttore deceduto. Ciò anche quando la convivenza sia iniziata nel corso della locazione e senza che il proprietario ne avesse notizia (Corte Costituzionale 7 aprile 1988 n.404; Cassazione Civile 25 maggio 1989 n.2524).

Occorre, comunque, tenere presente che, riconoscendo al convivente di fatto il diritto di succedere nel contratto di locazione, non si è voluto assimilarlo al coniuge, attribuendogli diritti successori che si fondano su rapporti giuridici certi ed incontestabili ( quale è il rapporto tra coniugi), ma si è voluta riconoscere a suo favore la possibilità di restare nell’alloggio in cui viveva.

In realtà, però, salvo alcuni interventi circoscritti, come quello descritto, in mancanza di normativa, rimangono irrisolti molti problemi posti dalla convivenza, che è sempre più frequente per varie ragioni (per rifuggire dai diritti e dagli obblighi derivanti dal matrimonio, per impossibilità di contrarre matrimonio in pendenza di una causa di divorzio, per sfiducia nel vincolo matrimoniale, ecc.).

Risulta quindi opportuno un intervento legislativo che, senza creare una sorta di famiglia di serie B rispetto a quella fondata sul matrimonio, disciplini quelle situazioni che non si prestano ad essere definite dai conviventi stessi, come i problemi derivanti dalla cessazione della convivenza, la tutela del lavoro del convivente nell’impresa familiare, la tutela penale in materia di assistenza familiare e maltrattamenti in famiglia.

 

Erminia Acri

Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Acquisti personali e comunione legale.
Assegni familiari ed affidamento dei figli ai servizi sociali.
A chi tocca la casa familiare?
L’addebitabilità della separazione.
Figli maggiorenni con lavoro precario.
Separazione e casa coniugale.
Separazione ed affidamento dei figli.
L’ adottato ha il diritto di conoscere le sue origini?
Quando la separazione dei coniugi è "finta"...
Chi paga i danni cagionati da un minore?
Assegnazione della casa coniugale e comodato.
L’Adozione.
Limiti di età nell’adozione
Paternità naturale
Estinzione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne.
La scomparsa del coniuge
Assegno di maternità
Gli effetti del matrimonio annullato
Figli maggiorenni: mantenimento sine die?
Assegno di divorzio e nuova convivenza.
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinità e famiglia di fatto
Quesiti legali-Cambiali scadute non pagate.
Quesiti legali-Persone con disabilità e parcheggio in area condominiale.
Quesiti legali - Un genitore ha il dovere di mantenere figlio maggiorenne e nipote?
Quesiti legali-Quando un figlio maggiorenne convive more uxorio....
Chi deve redigere il regolamento condominiale?
Indennizzo per infortunio sul lavoro o malattia professionale.
Solidarietà familiare: gli alimenti.
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Ripetizione delle somme indebitamente percepite da invalidi civili.
Trasferimento di unità immobiliare
Assegnazione della casa coniugale in sede di separazione e divorzio
Assegni familiari ed affidamento dei figli ai servizi sociali.
Contestazioni delle contravvenzioni stradali.
Non è in colpa la moglie che non segue il marito.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quesiti legali-Se il regolamento di condominio non viene rispettato....
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
La scelta dell’amministratore negli stabili di nuova costruzione.
Estinzione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di là del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e là - Curiosità
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunità e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione