HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Il regalo...
di Fausto Raso  ( albatr0s@libero.it )

27 dicembre 2018



...di Natale.


Pubblicato su Lo SciacquaLingua

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie la gente è in preda all’ «incubo regalo». Tutti si affannano alla ricerca di un dono per i familiari e per gli amici. Ma che cosa è questo regalo sotto il profilo esclusivamente linguistico? Vediamolo assieme. Anche in questo caso (come quasi sempre, del resto) dobbiamo chiamare in causa il padre della nostra lingua: il nobile latino. Per spiegarci, però, è necessario prendere il discorso un po’ alla lontana. I Latini, nostri progenitori, avevano un verbo, regere, passato in italiano tale e quale se si eccettua l’aggiunta di una "g". Questo verbo aveva un’infinità di significati: governareguidarereggerecondurredirigere. Il sostantivo re, infatti non è altro che un deverbale, vale a dire un nome derivato dal verbo in questione, precisamente è l’accusativo "re(gem)", tratto, per l’appunto, da regere. Il re, quindi, è colui che regge le sorti di una Nazione, di uno Stato. Da re sono stati formati gli aggettivi regio regale. Da quest’ultimo, attraverso la lingua dei nostri cugini spagnoli, ci sono giunti i termini regalo regalare. Il regalo, propriamente, è un dono al re, mentre lo spagnolo regalar – sempre propriamente – significa rendere omaggio al re. Attraverso i secoli il regalo ha perso il significato originario di dono al re assumendo l’accezione generica di dono, omaggio, regalo e simili; mentre il verbo regalare il significato, sempre generico, di offerta che si ritiene utile e gradita. Qui altre "informazioni" sul regalo.

A cura di Fausto Raso


SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Un’inutile ripetizione...
Natale, Capodanno, Epifania...
Dalla mansarda al Frate...
Non essere della stessa parrocchia...
Qualunque.
La nascita del lei.
La compagnia...
Andare in...
Il tanghero...
Ciao...
L’uso del Lei...
In bocca al lupo...
Essere vecchio...
Una lingua senza il .
Il turpiloquio...
La carta assorbente...
Essere stufo.
Il Patriota...
A riveder le...bucce.
Fuori Di...
DELLO STESSO AUTORE
Capire l’antifona - Lettera F.
Essere in balia di qualcuno...
Il pesce d’aprile.
Svegliarsi (o alzarsi)...
Mandare a carte quarantotto.
Requisiti richiesti...
Il Mandarino...
Essere stufo.
Dalla mansarda al Frate...
La diatesi?
Il corretto uso di da.
Veder le stelle...
Il corrotto...
Attraversare...
Strena natalizia.
Il verbo Fare...
Capire l’antifona - Lettera P .
Predicar bene...
Camminare (o andare) a gallina...
Tira aria di fronda...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di là del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e là - Curiosità
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunità e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione