Addetto a...
di Giorgio Marchese  ( direttore@lastradaweb.it )

7 maggio 2016


...o addetto “di”?


Pubblicato su Lo SciacquaLingua

Secondo i redattori titolisti di un quotidiano in rete l’aggettivo e sostantivo "addetto" si costruisce con la preposizione "di" e non, correttamente, con la "a":

"Fuori servizio", scioperano a Torino gli addetti del commercio e del turismo

Per costoro, insomma, si è addetti "di" qualcosa e non "a" qualcosa, come riportano i migliori vocabolari della lingua italiana. Addetto significa, infatti, "destinato", "adibito". Si dice "adibito di qualcosa" o "adibito a qualcosa"? C’è ancora qualcuno disposto ad accusarci di censurare la lingua "biforcuta" della stampa?

A cura di Fausto Raso

Premi qui per tornare alla prima pagina

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
mail: direttore@lastradaweb.it
facebook: Neverland Formazione
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati