HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Fuori Di...
di Fausto Raso  ( albatr0s@libero.it )

7 febbraio 2016


o fuori “da”?


Pubblicato su Lo SciacquaLingua

Sulla preposizione (semplice o articolata) che deve seguire la preposizione impropria "fuori" i vocabolari non sono tutti concordi e i linguisti si accapigliano: "di" o "da"? "Fuori di" o "fuori da"? Ci vediamo fuori del portone o fuori dal portone? Personalmente seguiamo - senza se e senza ma, espressione tanto cara ai politici che frequentano i vari salotti televisivi - le indicazioni dell’illustre glottologo Aldo Gabrielli, la cui "fede linguistica" non può esser messa in discussione: Fuori si unisce al suo termine soltanto con la preposizione "di": fuori di casa, fuori dei piedi, fuori dell’uscio e simili. Mai con la preposizione "da", anche se non manca qualche esempio antico; perciò non diremo "fuori da sé", "fuori da casa", "fuori dai piedi". Gli fa eco il linguista Vincenzo Ceppellini, che nel suo "Dizionario Grammaticale"  scrive: Preposizione che indica distanza o esclusione. È seguita dalla preposizione "di":  "Son rimasto fuori di casa"; "È uscito fuori di strada" (sebbene si trovi talora: fuori strada). Come dicevamo, alcuni vocabolari ammettono solo la preposizione "dI";  altri, salomonicamente, consentono tanto la preposizione "di" quanto la preposizione "da". Che fare? Seguite ciò che vi suggerisce il vostro "istinto linguistico". La Crusca sembra essere dalla nostra parte.

A cura di Fausto Raso


SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
L’ingiuria.
La virgoliera.
La carta assorbente...
Fare le cose...
Coriandoli...
Chi Scappa...
Gli aggettivi...
Il Frac...
In bocca al lupo...
Usciamo...
Camminare (o andare) a gallina...
Scendere dal Pero...
La nascita del lei.
Marcare visita.
Andare in...
Di buzzo buono...
Osservazioni linguistiche.
Andare a spianto...
La compagnia...
Gli urli...
DELLO STESSO AUTORE
Essere in balia di qualcuno...
Capire l’antifona - Lettera P .
Il pesce d’aprile.
Un po’ di latinorum...
Roboante?
Il Fanfarista...
Fare orecchi da mercante...
Il corrotto...
Capire l’antifona - Lettera S
Natale, Capodanno, Epifania...
Neologismi...
Favola e fiaba...
Tre latti macchiati...
Gergo e dialetto.
Capire l’antifona - Lettera E.
Consobrinicida...
Attraversare...
La nascita del lei.
Il letame e la letizia...
Mandare a carte quarantotto.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di là del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e là - Curiosità
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunità e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione