HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
La Borsa...
di Fausto Raso  ( albatr0s@libero.it )

3 ottobre 2015


Perchè si chiama cosý?


Pubblicato su Lo SciacquaLingua

Viaggiamo attraverso la foresta del vocabolario italiano alla ricerca di parole omofone (stessa grafia e stessa pronuncia) ma dal significato diverso, facendo tappa alla “borsa”.

La prima accezione del termine non è abbisognevole di spiegazioni.

È interessante vedere, invece, la nascita della borsa nel significato di “Istituto previsto dalla legge per il commercio e la contrattazione dei valori pubblici, cioè titoli di credito, azioni industriali e commerciali, valori privati e merci”.

Tra le varie ipotesi sull’origine di questa Istituzione, quella più convincente – a nostro modesto parere – la dà L. Guicciardini nel XVI secolo: Borsa (Van de Beursen) era il nome di una aristocratica famiglia di Bruges (Belgio), il cui stemma aveva tre borse. Dal palazzo abitato dalla nobile famiglia prese il nome la piazza della città ove si riunivano i commercianti che in seguito chiamarono “Borsa” anche le piazze di altre città belghe o straniere dove convenivano periodicamente per le varie fiere.

Con il trascorrere del tempo si chiamò “Borsa” – per estensione – ogni luogo o edificio dove venivano trattati affari commerciali, quindi anche la moderna Borsa. E a proposito di Borsa – visto che siamo in argomento – due parole sul “crack” che molti, per non dire tutti, si ostinano a scrivere in modo orrendamente errato. Cominciamo con il dire che si scrive “crac” (senza il k). È, infatti, una voce onomatopeica che riproduce il rumore di una cosa che si rompe, che si sfascia, che crolla. Il caso vuole che questo termine si sia diffuso in Italia dal tedesco (non dall’inglese!) “Krach”, in seguito al crollo bancario, così chiamato, avvenuto a Vienna il 9 maggio 1873. Lasciamo stare, quindi, l’inglese “crack” (tra l’altro i giornali inglesi adoperano la voce tedesca) e usiamo – per indicare un fallimento, un crollo finanziario – il nostro italianissimo “crac”, riservando la grafia inglese esclusivamente al campo dell’ippica. Il “crack”, infatti, è un purosangue, un cavalo di razza, un cavallo “famoso”, un campione vanto di una scuderia (l’inglese “to crack” significa anche “vantarsi”). Sarebbe bene, però, al fine di evitare equivoci ma soprattutto per scrivere “in lingua” che la stampa e i mezzi di informazione, in genere, abbandonassero le parole straniere e tornassero alla madre lingua che offre un’ampia scelta di vocaboli che fanno alla bisogna: cavallo campione; campione o anche “campionissimo”. Non vorremmo che un giorno si presentasse in Borsa – per colpa dei giornali – un bellissimo “crack” per essere quotato a un prezzo da capogiro! Se messo alla porta avrebbe tutto il diritto di risentirsi e menare calci a destra e a manca. Non si inganna nessuno, neanche gli animali.

A cura di Fausto Raso




SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
L’influenza...
Demolire...
il nome del Papa...
Andare in...
Scrittori di... Vaglia.
Subire...
Il Frac...
La carta assorbente...
InvernALE ma... estIVO...
Guadagnare...
Dalla mansarda al Frate...
Sostanza...
Gergo e dialetto.
Camminare (o andare) a gallina...
Guadagni?
Addetto a...
Questo o questi...
Composto "di"...
Il tanghero...
Fri¨li, non Frýuli.
DELLO STESSO AUTORE
Capire l’antifona - Lettera S
Capire l’antifona - Lettera F.
Da dove deriva l’espressione...mangiare la foglia?
Trattare con i guanti gialli...
Essere in balia di qualcuno...
Questo o questi...
Qualunque.
L’olofrasia...
il nome del Papa...
Capire l’antifona - Lettera E.
Far la Melina
Fare... o essere...
Un’inutile ripetizione...
Riappropriamoci la lingua.
Fare orecchi da mercante...
Mandare a carte quarantotto.
Fare le scale di S. Ambrogio.
Abbaiare alla Luna...
L’uso del Lei...
Il corrotto...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione