HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Una immagine sfuocata.
di Fernanda Annesi  ( fernanda_65@yahoo.it )

6 maggio 2014






Insieme, per mano.


 

Pensieri degli anni difficili

Ritorno sui miei passi. Pochi gli anni trascorsi anche se hanno fatto gran parte della mia vita, quella importante.

E qui mi fermo e mi pongo la prima domanda. Ma esiste un frammento di vita senza valore?

Credo proprio di no.

Aspettiamo con ansia l’arrivo di questa nuova che promette colori di azzurro sui momenti grigi dell’anno, cominciato non da molto ma vissuto fra molti dolori e ansie tornate.

Scosto lo sguardo e rivedo lo stesso paesaggio.

Da un vetro appannato, una immagine sfuocata: i monti accarezzati dalle nuvole minacciose, la luce che sfugge dai ritagli di cielo, il verde ritrovato che accarezza le ondeggianti discese. Ma il tutto privato dai contorni netti e decisi che potrebbero dare un contorno definito a questo dipinto.

Insieme per mano.

Mi sveglio agitata e ritorno velocemente alla realtà delle cose di oggi. Nonostante il sogno mi ha trascinato all’indietro in un tempo già vissuto ma reale, mi rimane nella mente la sensazione dell’abbaglio che si avvicina al miraggio.

Una foto dopo l’altra. Sfoglio nella memoria del passato e rivedo un ritaglio di "vita vissuta".

No, questa non è rivolta al passato ma a quello che c’è ora, quello che vive di oggi nutrendosi di giorni di inizio che non vogliono decollare.

La luce inonda ogni angolo illuminando e donando speranza.

Uno, due, tre dipinti accarezzano una bianca parete altrimenti nuda, priva di vita e di ogni colore. E anche se quello che appare di fronte i miei occhi è sfuocato, riesco a cogliere l’immagine come fosse nitida e chiara. Senza alcuna sbavatura nel colore.

Questo è il quadro di uno stato d’animo impresso e risvegliato dal tardo mattino, a ricordare che le parole all’interno dell’anima è bene siano liberate all’esterno, nell’aria o sui fogli. Comunque non imprigionate senza essere condivise.

Però ...

Poche parole. Sono giorni ormai che a fatica riesco a tirare fuori pensieri e parole. Una strana tranquillità nasconde in realtà una inquietudine ansimante che mi costringe ad affannare il respiro. La mente offuscata non trova chiarezza e qualsiasi banale azione o movimento costa lavoro.

Eppure ...

Ascolto nel silenzio dell’immagine sfuocata e cerco le voci.

Cambio pagina e immagine. Questa volta provo ad annusare l’odore, lo lego al momento e sorrido piangendo.

Apro bene gli occhi e osservo dalla mia finestra ogni cosa che muove cercandone il senso.

E mi ritrovo indietro. Quando il dolore nascente apriva la strada per troppo tempo serrata, quando la possibilità del risveglio trascinava guidando e l’orizzonte appariva non piatto ma ondulato di colori sgargianti. Era arrivato il momento di trovare quell’oltre alla linea che separava i pensieri.

Ed oggi?

Un dialogo interno, un sorriso spontaneo. Dal sorriso nasce la consapevolezza e la certezza, la capacità di imparare a saper ascoltare.

Fernanda

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Al posto suo.
La capacitą di sorprendere...
Gap.
La contraddizione calorimetrica.
Frammenti di viaggio.
Accanto.
... e si sciolse in un abbraccio.
Soffio...
L’ansia...
Il corso della mia vita.
Le opportunitą o la contraddizione?
Il fascino e l’inquietudine.
La forma del triangolo.
Il gioco delle stelle.
Il Counseling. Per me.
Nei giorni a venire...
II solco.
Due o tre parole.
Voci.
Lą, dove nasce l’anima.
DELLO STESSO AUTORE
La mediocritą.
Il profumo di un laboratorio.
Ricomincio da tre...
L’Ansia e la paura.
Grazie...
Il giorno dopo.
Non riusciva a vedere la luna...
Qualcosa di diverso.
Il coltello nella piaga.
La punta dell’iceberg.
La fimminata.
La sofferenza nascosta.
Tutto al caso.
Le risposte.
Il profondo cratere (Che divide).
Un prato di margherite...
Un elefante...
Cadere...
Nei giorni a venire...
Io sono...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lą del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lą - Curiositą
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunitą e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione