HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Al risveglio.
di Fernanda Annesi  ( fernanda_65@yahoo.it )

2 gennaio 2014






Il giorno dopo...


Pensieri degli anni difficili

Ultimi giorni dell’anno. Di un anno che visto da ogni angolazione, e qui non c’Ŕ niente di personale, Ŕ stato fuori da...

Gli eventi che interferiscono sul corso della vita. La sensazione che predomina Ŕ l’immutabilitÓ delle cose. Immagino delle situazioni scarsamente verificabili e, quando avvengono, mi sento fortificata e nello stesso tempo sgretolata.

Ho letto da qualche parte che il problema sta sempre tutto nelle aspettative, nella delusione che scaturisce da quello che ci aspettiamo dalle cose e dagli altri.

Intanto quest’oggi, ultima domenica dell’anno, il sole non ne ha tradita nessuna e si Ŕ messo prepotentemente a riscaldare splendendo dall’alto. Mi ha sussurrato, non proprio a bassa voce, la sua imponente presenza, tirandomi gi¨ dal mio letto dove ho combattuto per gran parte della notte fra la stanchezza e la debolezza dei pensieri e, mi ha invitata.

Esco, come un tempo. Nella mente solo il desiderio del cerchio di verde popolato da chi, come me, ha deciso di respirare volando.

In questo istante.

Un’altra giornata grigia, densa di umiditÓ a riempire offuscando la possibilitÓ di qualsiasi paesaggio all’orizzonte. Si alternano passandosi amichevolmente la mano: la luce ed il buio, senza creare alcuna confusione, semmai armonicamente smussare le spigolositÓ di questa vita.

Un occhio a quello che ormai Ŕ andato.

Cosa porteremo con noi, cosa lasceremo indietro? Ma ne abbiamo veramente voglia?

Difficile, questa fine dell’anno Ŕ veramente difficile.

Sbircio attraverso il vetro di separazione e quello che appare mi conduce nel passato, ma nello stesso identico momento mi viene da tornare, come quando, veramente poco tempo fa, appena arrivata avevo voglia di scappare.

Ho sempre bisogno di sapere che c’Ŕ una finestra oltre la quale ho la possibilitÓ di allungare il mio sguardo, nello stesso modo in cui correndo le gambe mi sostengono sollevandomi e lasciando sulla pelle l’ebbrezza del volo che si congiunge con la libertÓ. La mia libertÓ.

Al risveglio.

Ancora deve venire. Il sonno conciliatore, che cerca ogni essere umano quando si trova nella tempesta del momento, faticherÓ ad arrivare, ma, come vuole ogni legge di Natura, arriverÓ sorprendendo quanti di noi, all’ultimo momento, stavano ormai per perdere la speranza. E tutto tornerÓ a splendere e a brillare. La fatica sarÓ l’energia che alimenta, lo sforzo la forza propulsiva, il coraggio la costanza.

Una preghiera. Provo a recitare ad alta voce affinchŔ mi sentano, fino a dove ho desiderio che la mia voce giunga, con in mano almeno una di certezza.

Lente, le parole provano ad uscire liberando quell’ansia che mai come in questo momento anticipa ogni respiro.

Al risveglio. Tutto assumerÓ un sapore nuovo oppure avremo imparato a gustare ogni pietanza? Imparare apprezzando.

Il valore della vita. Orgogliosa dell’ereditÓ che ho ricevuto ne faccio tesoro, ora pi¨ che mai, forse solo in questo istante mi Ŕ chiaro cosa ho ricevuto in dono, quello che possiedo.

Un raggio di brillante luce sull’oscuritÓ dei pensieri sfreccia a catturare.

Incontro nel caso la possibilitÓ e resto incredula e piacevolmente sorpresa. Siamo veramente arrivati a quel crocevia delle emozioni di cui si chiacchierava a lungo pochi anni fa.

Sempre non dimenticando di sognare: un sollievo nelle radici della Terra, un ricordo a trattenere il passato, il pi¨ grande salto nel futuro.

Un buon anno

Fernanda

 

 

 

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Accogliere...
La scelta giusta.
L’inizio.
Emozioni.
Una stella...
Lei.
Le scorciatoie emotive.
Cadere...
Sospesi.
Sogni...
La gentilezza.
Note di tenerezza.
Perdutamente.
Due o tre parole.
I puntini sulle i !
La forza in sé.
Dalla finestra.
Zingarella.
Pur amando il sole.
Le parole nel silenzio...
DELLO STESSO AUTORE
Un progetto.
Fra me e lui.
Sogni...
Quella sottile felicitÓ.
In me stessa.
Il piacere della conversazione.
L’eccessiva magrezza (o l’obesitÓ)...
L’importanza della vita.
Tornare a casa.
Il rispetto.
La cosa pi¨ semplice.
Qualcosa di naturalmente diverso.
Una poesia.
Il coltello nella piaga.
La lampada di Aladino.
Dietro i vetri.
La necessitÓ di comunicare agli altri, con gli altri...
Lo slancio.
Sulla pista di decollo...
Una carezza nell’anima.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione