HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
L’empatia.
di Giorgio Marchese  ( direttore@lastradaweb.it ) e di Fernanda Annesi  ( fernanda_65@yahoo.it )

25 novembre 2013


Come si migliora la capacità di percepire gli stati d'animo altrui?


News Neuroscienze - PNEI

La conoscenza dello stato mentale altrui è una caratteristica complessa in grado di migliorare le relazioni sociali che caratterizzano ogni tipo di contesto interpersonale. Questa capacità, conosciuta come Empatia (o teoria della mente), è stata studiata al punto da individuare specifici distretti cerebrali (quelli dei "neuroni specchio", ad esempio), in cui avvengono le "risonanze" emotive che ci portano a "sentire" cosa prova chi ci sta di fronte.

Paradossalmente però, finora, non ci sono stati molti studi per capire come migliorarla.

Una recente riscerca condotta dalla New School for Social Research di New York dimostra come, questa capacità (che, di base, ognuno di noi si porta dentro) possa migliorare leggendo testi di narrativa di alta qualità.

Il lavoro, pubblicato sulla prestigiosa rivista Science, è stato condotto su un gruppo di volontari per valutare gli effetti della lettura di romanzi raggruppati in tre categorie:

  • la narrativa letteraria di grande valore artistico, dove i personaggi, se pur inventati, erano ritenuti verosimili;

  • la narrativa di genere, che comprendeva romanzi di fantascienza e di horror;
  • i saggi e le ricostruzioni storiche.

Dopo la lettura di opere dei tre diversi generi, ai soggetti in questione veniva testata la capacità di percepire lo stato d’animo altrui, attraverso la somministrazione di test affettivi e cognitivi.

Più in dettaglio, i volontari venivano sottoposti alla visione di fotografie riproducenti alcuni visi per, poi, riferire quale fosse (a loro giudizio) l’emozione provata dalla persone che comparivano nelle foto.

Sofisticate e attendibili analisi statistiche dimostravano che i soggetti invitati a leggere narrativa di alta qualità, ottenevano punteggi migliori rispetto alle altre due categorie, che non differivano, tra loro, significativamente.

L’ipotesi degli autori per spiegare questo miglioramento delle capacità positive della mente in risposta alla lettura di testi di narrativa di grande valore artistico, riguarda la stimolazione del pensiero creativo e del coinvolgimento intellettivo, che richiede al lettore una affinità raffinata per la comprensione del mondo interiore dei personaggi che popolano le storie.

Fernanda Annesi - Biologa C.N.R.

Giorgio Marchese - Medico Psicoterapeuta

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Vita sociale dei moscerini.
La neurobiologia della saggezza.
Sonnellino salvavita?
L’eccessiva magrezza (o l’obesitÓ)...
Colesterolo e trigliceridi...
Parkinson...
Leggere Harry Potter...
Leggere e studiare...
Importante scoperta sulla genesi dell’epilessia.
Ricordare...
Il cuore emotivo.
Apprendimento e memoria.
Musica, medico!
Epigenetica e maternage.
NovitÓ dalle cellule nervose non neuronali.
Dimenticare...
Scoperto nuovo recettore sulle cellule che producono mielina.
Tiroide sempre pi¨ in difficoltÓ.
I fenomeni cerebrali associati alla musica.
L’epigenetica e i nuovi fronti della Ricerca scientifica...
DELLO STESSO AUTORE
Tessuto Nervoso.
Capire l’antifona - Lettera F.
A come Amore.
La vera SolidarietÓ.
Il nostro cervello...
SOS ALZHEIMER e Counseling solidale.
Il senso di inadeguatezza.
Conscio, preconscio, inconscio, psicotronica...
...Essere in grado di integrarsi nella SocietÓ
Burattini o Marionette?
L’ansia e la paura.
Quesiti - La deflorazione.
Alle radici del Narcisismo...
Neuroni e Nevroglia.
Far bene l’amore fa bene all’amore...e non solo
Lo stress si vede sulla pelle!
A proposito di presunzione...
Come si rinnova l’amore?
Il mondo delle emozioni.
La Presunzione...
Ossitocina...
La costruzione.
Il Ĺ56.
Tracce mnemoniche.
Quella sottile felicitÓ.
L’allegria.
La violenza della morte.
Voglio cambiare colore e penna!
Zingarella.
Dietro i vetri.
L’anima delle cellule.
Una mezza veritÓ.
Pseudogeni, RNA, cancro.
Sfumature.
Una piacevole disillusione.
Alla luce di una Stella.
Parole...
Il sole dietro l’angolo.
Il coltello nella piaga.
Adesso, Ŕ tardi...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione