HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
E’ Scalille.
di Aurora Scaramuzzino  ( info@lastradaweb.it ) e di Francesca Miceli  ( francymiceli@lbero.it )

26 dicembre 2012



Tipici dolci di Natale.


 

Le Scalille ,chiamate anche Scaliddre, Scalette o Cannuletti, sono dolcetti che accompagnano le feste Natalizie di noi calabresi.

Da qualche giorno il loro profumo aleggia nell’aria e ci riporta bambini, quando quest’indimenticabile odor di fritto fuoriusciva dai comignoli di tutte le case del paese.

I più piccini gioiosi, prima nell’aiutare le proprie mamme o nonne nella preparazione di questi frollini deliziosi e speciali, e poi nel donarli alla vicina più affezionata ed ai parenti.

C’era questo via vai di piatti da una casa all’altra. Che bei ricordi e quanta nostalgia!!!

Il termine dialettale scalille significa piccole scale : scalette!!!

Metaforicamente, per i religiosi, indica il punto di partenza verso il giorno dell’Avvento.

Sono appetitose da gustare, secondo tradizione, dopo il cenone di Natale e di Capodanno.

Ingredienti :

  • 1 kg di farina;

  • 4 tuorli d’uovo;

  • 4 uova intere;

  • 6 cucchiai di zucchero;

  • 400 gr di strutto;

  • 1 bicchiere di liquore anice;

  • olio di mais abbondante per friggere;

  • miele d’api o zucchero a velo q.b.

Preparazione:

sbattere le uova intere e i tuorli con lo zucchero, lo strutto sciolto sul fuoco, l’anice.

Si mescola il composto per qualche minuto quindi si aggiunge, un po’ per volta, la farina.

Dall’impasto morbido si ricavano dei cordoncini di pasta della grandezza di un dito, lunghi 15 cm circa.

Si avvolgono a spirale attorno ad un bastoncino di legno(unto di olio), quindi si sfilano delicatamente e si circondano con un altro cordoncino di pasta, in modo da formare un ovale con la spirale al centro.

La scalilla, una volta creata, si passa sul "crivu"( è un cestino di vimini, la cui base è formata da alcuni bastoncini sui quali viene pressata la scalilla per decorarla. Anticamente si usava per setacciare i fagioli( o altri legumi) appena raccolti e privati del proprio baccello ormai secco) per abbellirla.

Friggerle in olio caldo e abbondante fino a quando non avranno acquisito un colore dorato.

Avvenuta la cottura lasciarle raffreddare sulla carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso. Disporle, poi, in un vassoio.

Si possono servire semplici oppure guarnite col miele d’api o con lo zucchero a velo.

Tanti Auguri di Pace e Serenità !!

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
I Bucconotti.
Il pancotto.
Lagane e ciciri.
U’ cappuccio chiinu.
I Cuculi.
Il baccalÓ fritto.
A’ pasta chiina.
I Turdilli.
Le polpette fritte.
Le frittelle di mele.
Le frittelle di nonna Aurora.
I Cullurielli.
La zucca ripiena.
Polpette di ricotta.
Le zeppole di san Giuseppe.
A’ cuddrura i Pasqua.
DELLO STESSO AUTORE
A’ cuddrura i Pasqua.
La zucca ripiena.
Le polpette fritte.
A’ pasta chiina.
I Cuculi.
Le frittelle di nonna Aurora.
Le zeppole di san Giuseppe.
I Turdilli.
Il baccalÓ fritto.
Il pancotto.
I Cullurielli.
U’ cappuccio chiinu.
Polpette di ricotta.
Lagane e ciciri.
Le frittelle di mele.
Capire l’antifona - Lettera N.
Capire l’antifona - Lettera F.
Capire l’antifona - Lettera S
A’ cuddrura i Pasqua.
La zucca ripiena.
Capire l’antifona - Lettera D.
Le polpette fritte.
Capire l’antifona - Lettera B.
Capire l’antifona - Lettera M.
Capire l’antifona - Lettera P .
Capire l’antifona - Lettera I.
La LibertÓ.
A’ pasta chiina.
I Cuculi.
Le frittelle di nonna Aurora.
Le zeppole di san Giuseppe.
I Bucconotti.
Lo studio.
I Turdilli.
Il baccalÓ fritto.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione