HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Per sempre.
di Fernanda Annesi  ( fernanda_65@yahoo.it )

2 febbraio 2018






Penso, annuso. Sogno.


Pensieri degli anni difficili

Per sempre, da sempre.

Sono troppe le cose che mi sfuggono, non riesco ad afferrare, me ne accorgo solo un attimo dopo. Dopo, quando ormai è già svanito l’istante, quando lo sguardo troppo veloce non è riuscito ad afferrare la parola.

Quest’oggi, immersa nei pensieri più profondi, mi ritrovo a camminare su una strada più volte calpestata. L’aria insolitamente fresca, alternata ad esagerate correnti di calore, completa la sensazione della confusione, che mi avvolge.

Una strana sensazione mi pervade. Sarà cominciata una nuova fase? Un’altra, che assumerà i contorni di un diverso periodo della vita che comprenderà una essenza.

Dimenticata.

Difficilmente riesco a staccarmi dai momenti. Ci penso e ripenso e pur intravedendo il sole all’improvviso provo una sorta di malinconia che mi trattiene.

Mai la stessa. Il cambiamento legato agli istanti che restano, la paura, come sempre, accompagna ogni respiro. Un prezzo alto da pagare per vivere senza dover fare continuamente i conti.

Arrivo, come sempre, carica e desiderosa di riempire. Mi fermo ad ascoltare gli occhi della gente e, senza poter fare niente, mi ritrovo all’interno di un pensiero che non mi appartiene, ma sento come fosse mio. Un senso di soffocamento impedisce il respiro.

Per sempre. Afferro l’origine, torno velocemente indietro e mi tranquillizzo.

La connessione logica fra due punti. Facile da trovare, basta soffermarsi su quello che in mezzo potrebbe legare i due lembi senza tirare in un armonico incastro, come le mani che in naturalezza si incontrano senza affannarsi alla ricerca l’una dell’altra.

Per sempre. Come è strano averne paura e nello stesso tempo cercare il modo per fermarsi ancora un altro po’.

Vorrei questa sera, che si avvia alla notte, poter uscire senza dover ancora una volta tornare. Vorrei non dover parlare, ma condividere i pensieri senza pronunciare. Vorrei avere le stesse vecchie sicurezze di un tempo.

Mi piacerebbe potermi muovere nel buio senza luce, solo qualche spiraglio a guidare e senza obbligare. Ma il bagliore intenso mi scopre all’improvviso sorprendendomi con le braccia chiuse a proteggere, ma non ad allontanare, con le mani legate. Vorrei...poterlo trasmettere senza troppe spiegazioni.

Tutto si complica quando il desiderio del per sempre si interpone a chiedere garanzie. Sprovveduta oppure solo impaurita?

Silenzio. Provo a chiudere la porta senza far rumore, cerco di non lasciare fuori i giorni di promesse, le parole di futuro senza obblighi, i momenti che porterò, di sicuro, nel bagaglio delle cose senza tempo.

Fernanda (22 giugno 2012)

Penso, nel silenzio profumato dai colori tenui della notte

Annuso, la dolcezza dell’abitudine che lentamente si impossessa di me

Sogno, libertà senza confini da godere insieme

 

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
La certezza della percezione.
La prepotenza.
Qualcosa di diverso.
Imprevisti.
Un pensiero positivo.
Uno sterile scambio di informazioni.
Il principio dei vasi comunicanti.
Da me...
Una strana malinconia.
Il freddo, al mattino.
I miei passi.
Lo scivolone.
Il giorno dopo.
La mediocritÓ.
Come una favola.
Il rumore del mare...
Senza far rumore.
L’elefante.
Il modo di stare al mondo.
La sofferenza nascosta.
DELLO STESSO AUTORE
La mediocritÓ.
Il profumo di un laboratorio.
Ricomincio da tre...
L’Ansia e la paura.
Grazie...
Il giorno dopo.
Non riusciva a vedere la luna...
Qualcosa di diverso.
Il coltello nella piaga.
La punta dell’iceberg.
La fimminata.
La sofferenza nascosta.
Tutto al caso.
Le risposte.
Il profondo cratere (Che divide).
Un prato di margherite...
Un elefante...
Cadere...
Nei giorni a venire...
Io sono...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione