HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Domande, che salvano la vita, più delle risposte.
di Vincenzo Andraous  ( vincenzo.andraous@cdg.it )

17 dicembre 2011

Nonostante i tanti giovani caduti malamente, le famiglie distrutte dai lutti e dalle rese, i sogni e le passioni rase al suolo dalla bugia più grande qual è la droga, il risultato è un dispendio irresponsabile di parole, di ottusità, di cecità, che scadono in una indifferente fatalità, come a voler significare che è così e sempre lo sarà. Contro l'uso e abuso di sostanze, il suo consumo ad alzo zero, contro questa mattanza psico-fisica, c'è una offensiva incrinata e finanche dubbiosa, persino quando questa battaglia riguarda l'annientamento delle personalità e delle persone. Non c'è una azione chiara e leggibile, rigorismo puro e attenuanti generiche prevalenti alle aggravanti rendono impraticabile l'obiettivo primario, fortificare le coscienze per condurre in porto positivamente gli eventi della vita, usando moderazione con le proprie possibilità, per esser pronti ad aiutare concretamente l'altro. E' incredibile leggere tesi e sintesi completamente slegate le une dalle altre: le droghe sono differenti, alcune più usate, altre assai meno, calano i consumatori, i giovani sono finalmente più tutelati, l'alcol impazza, le dipendenze segnano il passo. Grafici e piramidali ci dicono che è tutto sotto controllo, obiettivi e risultati eccellenti sono convergenti, inducono a un certo entusiasmo. Ma qualcosa non quadra, soprattutto nell'incontrare, nell'accompagnare, nell'ascoltare, tanti ragazzi in riserva permanente di passioni, emozioni, giovanissimi rasenti i muri per non scivolare giù, entrano ed escono da una comunità terapeutica... PER LEGGERE TUTTO IL TESTO, CLICCARE3 SUL TITOLO.



Da un centro servizio dipendenze, da uno spazio adibito alla raccolta delle ultime energie rimaste per tentare di risalire la china. Qualcosa fa intuire che proprio bene non va sul versante della prevenzione, infatti sulle problematiche riguardanti le tossicodipendenze ci sono in atto veri e propri tafferugli ideologici che aumentano l’inconsistenza del contrasto all’uso e abuso di sostanze.

A cominciare dalla scuola, che sul fronte formativo delude le aspettative degli studenti, per non parlare dell’informazione spesso e volentieri una vera e propria induzione a trasgredire, a fare propria la fascinazione del limite infranto, apparentemente più piacevole di una fatica vissuta male, di una sconfitta mai accettata, di una consapevolezza presa a bastonate.

Aggiornamenti, ricerche e traguardi raggiunti, non consentono di vivere di allori, tanto meno illuderci di ipotecare un pezzo di futuro, di colmare le distanze che separano le sofferenze dalle follie quotidiane. Ogni anno lo spartito è sempre quello, non mutano le problematiche adolescenziali, i buchi neri affettivi, le eccitazioni derivanti dalle insubordinazioni, un quotidiano che furbescamente non coinvolge né riguarda tutti, ma i giovani se la intagliano, prendono atto di un consorzio sociale che ha coscienza di sé, soltanto quando è con le spalle al muro. Nuovamente la comunicazione non aiuta ad accorciare le distanze, a sostituire la parola "paura" con la parola "amore", fagocita uno stile di vita basato sulle fandonie, sulla manipolazione delle emozioni che suscitiamo, fino a trattenerle sottopelle, perché è meglio non fidarsi. La droga è parente stretta di un amore tradito, di un altro disperato, forse è il caso di smetterla con i soliti sermoni, e ascoltare S. Agostino: il vero maestro non è chi fornisce risposte sempre pronte, ma chi suscita le domande.

Quelle che salvano davvero la vita.

Vincenzo Androus - Counselor, Tutor Comunità "Casa del Giovane" Pavia

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Potere e volere....
L’egoismo dell’io.
Cose nostre...
Misfatti...
I Diritti Umani
La comunità: un nuovo stile educativo.
La nuova provincia.
Intifada?
Quando a morire è il sistema...
Paure contemporanee
Per favore...lasciateci in pace!
Un Santo in Calabria?
Johann Wolfgang von Goethe - I dubbi dell’amore.
Nuove droghe e vecchi merletti.
Sono cose che possono accadere!
Mare da bere?
Parole in trappola...
Il questore giusto.
Era uno di quelli...
La caduta degli Dei.
DELLO STESSO AUTORE
Libertà va cercando ch’è sì cara...
Il falco dagli occhi lucidi.
Pedagogia del servire
La svuota carceri.
Nuova quotidianità del vivere civile.
Potenti ruggiti o solo vagiti?
Sul carcere e sulla pena...
Un passato da tenere pancia a terra.
La comunità: un nuovo stile educativo.
Carcere fondante lo Stato di Diritto.
Festa della donna?
La Passione Di Cristo.
EROI DI VERGOGNA
Un uomo in vendita.
Natale...
Bullismo e contrapposizioni culturali.
Spari...
Neppure come cattivo maestro...
Un percorso educativo ostinato e contrario.
La tournée nei perimetri dell’assenza.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di là del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e là - Curiosità
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunità e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione