HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Epigenetica e adattamento allo stress...
di Fernanda Annesi  ( fernanda_65@yahoo.it )

2 febbraio 2011



Alcune attinenze con la depressione.


News Neuroscienze - P.N.E.I.

Il disturbo depressivo maggiore rappresenta uno dei più comuni e seri problemi di salute. Mentre la sua eziologia è multifattoriale e poco conosciuta, entrambi i fattori genetici e ambientali possono essere coinvolti nell’aggravamento dei sintomi.

L’esposizione allo stress cronico durante la vita rappresenta un potente fattore ambientale avverso che può attivare o amplificare l’espressione dei sintomi depressivi. Mentre alcuni individui esposti ad eventi di stress non mostrano segni o sintomi di depressione, altri risultano maggiormente predisposti. In ogni caso, il meccanismo molecolare che conduce alla suscettibilità e all’adattamento allo stress cronico all’interno del cervello è poco conosciuto.

L’attività neurale regola un complesso programma di espressione genica che è coinvolto nella plasticità strutturale e funzionale del cervello. Esiste un crescente numero di evidenze che indica che l’aberrante trascrizione della regolazione è uno dei componenti chiave nella patofisiologia della depressione. Recenti lavori suggeriscono che la regolazione epigenetica dei geni, come la metilazione del DNA e la modificazione degli istoni, può modificare lo sviluppo della vulnerabilità allo stress e contribuire alla risposta comportamentale allo stress cronico e agli antidepressivi. In ogni caso anche il ruolo dei fattori ambientali e genetici nella regolazione epigenetica della patogenesi della depressione è largamente sconosciuto.

Per meglio chiarire i meccanismi molecolari della diversa suscettibilità e adattamento allo stress cronico, gli autori di un recente lavoro, (Uchida S, et al Neuron. 2011 Jan 27;69(2):359-72. Epigenetic status of gdnf in the ventral striatum determines susceptibility and adaptation to daily stressful events), utilizzano come modello sperimentale due ceppi di topo geneticamente distinti che esibiscono differenti risposte comportamentali allo stress cronico. Gli autori dimostrano che il differente status epigenetico del gene che codifica per il fattore neurotrofico derivato dalle cellule della glia (Gdnf) nel nucleo accumbens influenza la differente risposta comportamentale. Il gene Gdnf, come altri fattori neurotrofici, gioca un ruolo importante nella regolazione della plasticità sinaptica. Inoltre essi propongono che la regolazione epigenetica del gene Gdnf mediante i fattori ambientali insieme a quelli genetici, contribuisce ai diversi livelli di adattabilità e suscettibilità degli individui in relazione agli eventi di stress.

Questo studio punta quindi sulla dinamicità della regolazione del gene Gdnf, facendo luce sui meccanismi che modulano l’espressione dei geni attraverso il controllo epigenetico influenzato dagli eventi di stress e conduce verso nuovi approcci per il trattamento della depressione.

 Ferdinanda Annesi - Biologa C.N.R.

 

 

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Pi¨ del latte...
L’ansia in un circuito cerebrale.
Ricordare...
L’epigenetica e i nuovi fronti della Ricerca scientifica...
Tracce mnemoniche.
Sorridere per ricordare un sorriso?
Nascere sotto una buona stella...
L’attenzione nel rosso, la creativitÓ nel blu.
La basi molecolari della corteccia cerebrale.
L’assemblaggio e il disassemblaggio della memoria.
Il dolore Ŕ maggiore...
Lo stress si vede sulla pelle!
I vantaggi di una dieta equilibrata.
Scoperta una nuova possibile causa dell’Alzheimer.
Odio e amore...
Movimento e apprendimento.
Sulle tracce dell’autismo...
Scoperto nuovo recettore sulle cellule che producono mielina.
Lo stress e i tumori...
Dove nasce la coscienza...
DELLO STESSO AUTORE
Ansia, stress, depressione.
PerchÚ si dimentica.
Il dolore del distacco.
La consapevolezza del giorno dopo.
Come un telo su uno scoglio.
Una piacevole disillusione.
Senza dire una parola.
Stress, epigenetica e disordini neuropsichiatrici.
Perdutamente.
La fresca imprevedibilitÓ del futuro.
Il barbone e il diamante.
Il perdono.
II solco.
Il momento.
La farmacologia dei disturbi d’ansia.
All’ombra di se stessi.
Il giorno dopo.
Esito...
E forse un giorno...
I miei passi.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione