HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Schizofrenia e autismo.
di Fernanda Annesi  ( fernanda_65@yahoo.it )

15 novembre 2010



Un link genetico.


L’autismo rappresenta la forma più grave di una serie di condizioni che riguardano il neurosviluppo, chiamate disordini dello spettro autistico (ASD). È caratterizzato da una ridotta interazione sociale, deficit nella comunicazione e da schemi ripetitivi di comportamento, che si manifestano prima dei 3 anni di età.

La schizofrenia è anche un disordine del neuro sviluppo che coinvolge un ampio range di funzioni sociali, cognitive e percettive. I sintomi "psicotici" (allucinazioni, delusioni, comportamenti bizzarri) o i sintomi "negativi" (il profondo isolamento sociale, l’anedonia o l’apatia) emergono durante la tarda adolescenza o la prima età adulta.

La sovrapposizione genetica fra i due disordini è stata il focus di molti studi recenti. Entrambe hanno una forte componente genetica, come dimostrato dall’alta ereditabilità di ognuna di esse. Inoltre, nonostante la variabilità eziologica e fenotipica, sono state identificate varianti strutturali comuni. Comunque nessuna delle mutazioni e varianti individuali identificate per entrambi i disordini spiega più dell’1-2% dei casi.

In uno studio recentemente pubblicato (Daniel Moreno-De-Luca, Jennifer G. Mulle, Erin B. Kaminsky, et al. Deletion 17q12 Is a Recurrent Copy Number Variant that Confers High Risk of Autism and Schizophrenia. The American Journal of Human Genetics, 04 November 2010), gli autori, per meglio comprendere questa eterogeneità, utilizzano un approccio che prevede l’analisi di specifici e ricorrenti CNV (variazioni del numero di copie) nel genoma dei pazienti, allo scopo di stabilire delle correlazioni genotipo/fenotipo. I CNV rappresentano regioni del DNA che variano nel numero di copie, polimorfiche nella popolazione e che contribuiscono alla variabilità individuale. Questi sbilanciamenti genomici sono potenti strumenti per scoprire nuovi geni candidati, che, attraverso la comprensione delle vie molecolari, forniscono migliori conoscenze sulla patofisiologia di questi disturbi. Gli autori identificano una delezione ricorrente di 1,4 Megabasi sul cromosoma 17q12, dove risiede il gene HNF1B, responsabile di cisti renali e sindrome del diabete (RCAD) in 18/15749 pazienti, inclusi molti ASD, e in 0/4519 soggetti di controllo sani. Vengono inoltre delineate delle caratteristiche fenotipiche condivise tra 9 pazienti che comprendono macrocefalia, caratteristiche facciali tipiche, anomalie renali, deficit neurocognitivo. In uno studio di follow-up la stessa delezione è stata trovata in 2/1182 pazienti con ASD e deficit cognitivo e in 4/6340 pazienti schizofrenici, ma in nessuno dei 47929 soggetti di controllo sani.

Questi dati dimostrano che la delezione al cromosoma 17q12 è un ricorrente, patogenico CNV che conferisce un alto rischio per ASD e schizofrenia. Inoltre le caratteristiche fenotipiche dei pazienti con questo CNV suggerisce l’esistenza di una sindrome genetica che si estende oltre la RCAD. Nella regione deleta sono inclusi 15 geni; è ipotizzabile pensare quindi che uno più di questi geni possano essere essenziali per uno sviluppo corretto cerebrale e per la sua funzione.

 

Ferdinanda Annesi - Biologo C.N.R.

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Il gene che fa ringiovanire.
Alzheimer.
Ruolo del gene MKP-1 nella depressione.
La formazione della memoria e gli Astrociti.
La memoria dei colori.
Dopo la dieta, attenzione alla psiche!
Colesterolo e trigliceridi...
Importante scoperta sulla genesi dell’epilessia.
L’epigenetica e i nuovi fronti della Ricerca scientifica...
L’ansia in un circuito cerebrale.
Sulle tracce dell’autismo...
La percezione del dolore altrui.
Tutto quello che fa bene al cervello.
Sorridere per ricordare un sorriso?
Ossitocina...
Tumori...
Neuroni da cellule della pelle.
Depressione.
La neurobiologia della saggezza.
Lo sguardo nel vuoto...
DELLO STESSO AUTORE
La mediocritÓ.
Di uguale importanza.
Lo stile di vita adottato.
L’anima delle cellule.
Microglia ed infrasuoni.
All’improvviso...
L’Ansia e la paura.
Il momento.
Un pianto dignitoso.
Zingarella.
Fiabe.
Dimenticare...
Ansia, stress, depressione.
Una scia fra le stelle...
La differenza.
La prepotenza.
Tracce mnemoniche.
Il profumo di un laboratorio.
Ci˛ che non piace pi¨!
I miei passi.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione