HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Quesiti legali-Minori affidati ai Servizi Sociali.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

31 agosto 2010



Quali le responsabilitā del Servizio? Quali gli strumenti giudiziari?



"Gentile Dott.ssa, sono un Comandante della Marina Militare, regolarmente sposato, ed ho avuto un figlio da una relazione extra-coniugale.

Dopo un riconoscimento giudiziale ed un successivo ricorso da parte mia per ottenere i miei diritti (ricorso ex art. 317 e segg.), mio figlio è affidato ai Servizi Sociali del Comune di residenza, come da Provvedimento provvisorio in allegato.

La mamma non segue affatto le indicazioni dei Servizi affidatari e sottrae mio figlio all’iter d’inserimento.

Alle mie proteste i SS replicano che loro non hanno i mezzi per farci nulla se non problematizzare la cosa al tribunale dei minori, cosa che per ora, dopo 10 mesi di situazione paralizzata, non hanno ancora fatto, nonostante le sollecitazioni del tribunale medesimo.

Mi domando:

- in quanto affidatari di mio figlio, quali diritti/doveri hanno queste persone?

- sono io, nonostante questo atteggiamento oppositorio della madre, il suo essere solamente collocataria ed il suo andare contro l’interesse del minore, obbligato a passarLe ancora il mantenimento? Cordiali saluti. C.F.".


Ai Servizi Sociali è attribuita la responsabilità del programma di assistenza, nonché la vigilanza, protezione e tutela dei minore, con l’obbligo di tenere costantemente informato il Tribunale per i Minorenni, secondo le prescrizioni del decreto adottato da quest’ultimo.

Quanto all’esecuzione dei provvedimenti, è lo stesso Tribunale per i Minorenni che detta le modalità operative di attuazione della decisione (decreto o sentenza), che è sempre modificabile ai sensi dell’art. 742 c.p.c..

Inoltre, in caso di inosservanza delle condizioni stabilite dal provvedimento del Tribunale per i Minorenni, è possibile chiedere l’intervento del Giudice Tutelare ex art. 337 c.c., che al predetto giudice attribuisce la vigilanza "sull’osservanza delle condizioni che il Tribunale abbia stabilito per l’esercizio della potestà e per l’amministrazione dei beni".

In ordine all’obbligo di mantenimento, nulla incide il comportamento inadempiente della madre trattandosi di adempimento di statuizioni economiche conseguenti a provvedimenti adottati ex art. 317 bis c.c. in favore del figlio minore.

 

 

 

Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Quesiti legali-Recupero somme dai condomini morosi.
Quesiti legali- Licenziamento di colf e badanti.
Questiti legali- Come tutelarsi nell’acquisto di un immobile....
Quesiti legali-Appartamento in comproprietā tra divorziati.
Quesiti legali-Giudizio risarcimento danni per difetti di costruzione.
Quesiti legali - Spese riscaldamento centralizzato.
Quesiti legali - Rinuncia all’ereditā.
Quesiti legali-Circolazione stradale e "giubbetti catarifrangenti".
Quesiti legali - Tassa per il passo carraio.
Quesiti legali-Quando il coniuge č spesso fuori per lavoro......
Quesiti legali-Congedo per matrimonio.
Quesiti legali- Restituzione dei doni tra fidanzati.
Quesiti legali-Indennitā di accompagnamento.
Quesiti legali-Telecamere nei condomini.
Quesiti legali-Assenza dal lavoro per malattia e privacy.
Quesiti legali-Colpa professionale.
Quesiti legali-Successione e multe.
Quesiti legali- Benefici connessi allo stato di invaliditā civile.
Quesiti legali - Assegnazione della casa coniugale e nuovo matrimonio.
Quesiti legali-Ereditā e cause civili.
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinitā e famiglia di fatto
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Separazione dei coniugi e riappacificazione.
Chi deve redigere il regolamento condominiale?
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quesiti legali-Contratti e bisogni della famiglia.
Assegno Nucleo Familiare e separazione.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Solidarietā familiare: gli alimenti.
Norme di circolazione stradale e mezzi di soccorso.
Quesiti legali - Cambio di abitazione o di residenza.
La patente di guida vale come documento di riconoscimento.
Quesiti legali-Morositā inquilino.
Infedeltā e separazione di fatto dal coniuge
Incidenti stradali e risarcimento danni al trasportato.
Quesiti legali-Compatibilitā tra guida e psicofarmaci.
Tende da sole e condominio.
Vendita di unitā immobiliare e spese condominiali.
Quesiti legali - Tassa per il passo carraio.
Profili professionali del traduttore
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lā del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lā - Curiositā
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunitā e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione