HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Depressione.
di Giorgio Marchese  ( direttore@lastradaweb.it )

24 giugno 2010



Finalmente si ammette che mancano terapie farmacologiche adeguate!


News neuroscienze - P.N.E.I.

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, la depressione provoca più invalidità di qualsiasi altra patologia ed è in aumento nel mondo, al momento sono circa 120 milioni le persone depresse. I farmaci in uso sono efficaci, ma migliorabili, eppure mancano sforzi di ricerca in questo settore. Molti brevetti sono in scadenza e il mercato sarà presto invaso da antidepressivi generici a basso prezzo, mentre il costo delle nuove molecole è in costante crescita e sistemi sanitari o assicurazioni non sono disposti a pagarlo.

Gli antidepressivi che agiscono sulla serotonina sono oggetto di periodici attacchi da parte di ricercatori, come l’inglese Irving Kirsch dell’università di Hull, che aveva paragonato la fluorexina al placebo e ribadito che le psicoterapie e l’esercizio fisico sarebbero più efficaci. La ricerca sulla depressione è valutata come settore d’investimento ad alto rischio perché gli studi di efficacia sono molto costosi e gli effetti sono difficili da quantificare. Medici di medicina generale e specialisti chiedono però antidepressivi più efficaci, con un’attività più duratura e con meno effetti collaterali come l’aumento di peso o le disfunzioni sessuali.

Pur comprendendo la necessità di nuovi farmaci, non possiamo dimenticare che esiste sempre un motivo per generare i processi necessari a creare la determinazione del tono dell’umore, nel bene e nel male.

E poi, perché non proviamo a riflettere, andando "oltre"?

Se una persona depressa venisse messa, velocemente e significativamente, nelle condizioni di neutralizzare tutti gli effetti negativi del quadro morboso... cosa farebbe? Come impegnerebbe la propria esistenza? Siamo sicuri che sarebbe in grado di elaborare strategie idonee a capire come... e perché spendere la propria vita "in salute" più che in malattia? Se poi, proprio, non riusciamo a pensare di fare a meno dei farmaci, che almeno siano quelli capaci di dialogare con le cellule astrocitarie, visto che sono loro a comandare sulle sinapsi.

Ultima riflessione

Con molta probabilità questo non accadrà, per due motivi:

  1. Senza depressione, come giustificheremmo il nonsenso quotidiano?
  2. Nel caso in cui si riuscisse, comunque, ad eliminare chimicamente i disequilibri neurotrasmettitoriali... poi, le case farmaceutiche, a chi venderebbero gli antidepressivi?

 

Fonti

  • Corriere della Sera, 21 giugno 2010 pag. 25.
  • www.edott.it 21 giugno 2010

 

 

G. M. Medico Psicoterapeuta

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Lo sguardo nel vuoto...
Parkinson...
Come si diventa centenari?
L’ansia in un circuito cerebrale.
Dal pelo... il cervello?
Nella depressione, meglio il farmaco o le cure psicologiche?
Invecchiamento cellulare...
Espressione genica e ansia da separazione.
Il legame tra creativitÓ e follia.
Importante scoperta sulla genesi dell’epilessia.
A proposito di Stress...
Colesterolo e trigliceridi...
Quella barriera che protegge l’intestino.
Tracce mnemoniche.
Stress, mutazioni... e cancro.
La percezione del dolore altrui.
Il Dna ci parla attraverso l’acqua del corpo.
Tumori...
Il ricordo della paura..
Quando il cervello Ŕ troppo stanco...
DELLO STESSO AUTORE
L’Onore...
Tessuto Nervoso.
Il nostro cervello...
La biochimica delle emozioni.
Capire l’antifona - Lettera F.
L’ansia e la paura.
Quesiti - La deflorazione.
Il Pensiero e la coscienza di sÚ.
Di fronte a un grande dolore...
Il meccanismo dell’Apprendimento.
Neuroni e Nevroglia.
Essere Precario...
La Presunzione...
La coppia, il sesso e la gestione del potere
L’onore delle armi.
Un uomo in vendita.
Alle radici della depressione?
A come Amore.
La Mente e i tumori.
L’etÓ della saggezza.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione