HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Assemblea condominiale e deleghe.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

14 maggio 2010



Quali limiti?




L’assemblea di condominio è l’organo deliberante del condominio ed è composta da tutti i condomini, in alcuni casi -assemblea ordinaria annuale- anche dagli usufruttuari, e solo per le deliberazioni relative al riscaldamento ed al condizionamento dell’aria è prevista la possibilità di intervento degli inquilini.


L’avviso di convocazione deve essere comunicato a tutti i condomini, a pena di annullabilità delle delibere assembleari (Corte di Cassazione, Sez. Unite, n. 4806/05; n.8449/08).


Ogni condomino può intervenire in assemblea personalmente o a mezzo di rappresentante. In proposito la legge (art. 67, primo comma, disp. att. Codice civile) nulla dice circa la forma della delega, il numero delle deleghe, la possibilità di delegare l’amministratore.


Pertanto, in assenza di particolari disposizioni del regolamento condominiale, sono da ritenere legittime tutte le forme e le indicazioni contenute nella delega purché riconducibili ad una espressione di volontà del delegante, senza necessità di una particolare forma.


Non è obbligatorio, quindi, che il conferimento della delega sia fatto per iscritto, è sufficiente anche la forma orale, però abitualmente la delega viene data per iscritto, essendo, di solito, inclusa in calce all’avviso di convocazione.


Inoltre, la delega può essere conferita a chiunque, ad un estraneo al condominio, all’amministratore, ad altro condomino, e non è neppure vietata la c.d. incetta di deleghe, purché non sia vietata da norme del regolamento condominiale e non sia configurabile una situazione di conflitto d’interesse. Ove vi sia conflitto di interessi fra un condomino ed il condominio, “qualora il condomino in conflitto di interessi sia stato delegato da altro condomino ad esprimere il voto in assemblea, la situazione di conflitto che lo riguarda non è estensibile aprioristicamente al rappresentato, ma soltanto allorché si accerti, in concreto, che il delegante non era a conoscenza di tale situazione, dovendosi, in caso contrario, presumere che il delegante, nel conferire il mandato, abbia valutato anche il proprio interesse - non personale ma quale componente della collettività - e lo abbia ritenuto conforme a quello portato dal delegato” (Corte di Cassazione n. 18192/2009).


Tuttavia, con deliberazione adottata dall’assemblea condominiale può essere posto un limite alle deleghe, poiché, come affermato dalla Cassazione, “La modifica del regolamento condominiale, non contrattuale ed adottato con deliberazione delle maggioranza dei partecipanti all’ente di gestione, nel senso di limitare il potere dei condomini stessi di farsi rappresentare nelle assemblee, riducendolo a non più di due deleghe - come nella specie conferite ad altri partecipanti alla comunione - per ogni assemblea, non incide sulla facoltà di ciascun condomino di intervenire in questa a mezzo di rappresentante (art. 67 I comma disp. att. c.c.) ma regola l’esercizio di quel diritto, inderogabile (secondo quanto si evince dal successivo art. 72) a presidio della superiore esigenza di garantire l’effettività del dibattito e la concreta collegialità delle assemblee, nell’interesse comune dei partecipanti alla comunione singolarmente e nel loro complesso considerati.” (Corte di Cassazione n. 5315/1998).




Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Pagamento oneri condominiali e vendita dell’unitÓ immobiliare.
Conto corrente del condominio.
Caduta sulle scale condominiali.
Regolamento condominiale predisposto dal costruttore.
Danni causati da infiltrazioni d’acqua.
Danno cagionato da animali
Un condomino pu˛ dissociarsi dalle liti?
Costruzione di balconi o terrazzi negli appartamenti.
Destinazione a parcheggio di un’area condominiale.
Infiltrazioni d’acqua e condensazioni.
L’amministratore pu˛ scegliere la ditta per i lavori condominiali?
Poteri dell’amministratore condominiale.
Il cancello condominiale.
Servizi condominiali.
Avvisi condominiali e privacy.
Modifiche del regolamento condominiale.
Vendita di unitÓ immobiliare e spese condominiali.
Condomini e convocazione assembleare
Riforma del condominio all’esame del Parlamento.
Deroghe ai criteri di ripartizione delle spese condominiali.
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinitÓ e famiglia di fatto
Quesiti legali-Persone con disabilitÓ e parcheggio in area condominiale.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Quesiti legali-Furto nel parcheggio del supermercato.
Quesiti legali- Assegno e prescrizione.
Rottura del fidanzamento e restituzione dei regali
Comodato di immobile adibito ad abitazione.
Previdenza: condanna alle spese.
Locazione ad uso commerciale e riscaldamento.
Quesiti legali- Dipendente e socio di societÓ in accomandita semplice.
SolidarietÓ familiare: gli alimenti.
Adempimenti per l’editoria su Internet
Quesiti legali-Danni da caduta di albero e locazione.
Quesiti legali - Un genitore ha il dovere di mantenere figlio maggiorenne e nipote?
Estinzione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne.
Requisiti per iscriversi all’ordine dei giornalisti
Assegni familiari ed affidamento dei figli ai servizi sociali.
Nulla la multa del vigile in borghese.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione