HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
La sofferenza nascosta.
di Fernanda Annesi  ( fernanda_65@yahoo.it )

27 marzo 2010






Meraviglioso?


 

Pensieri degli anni difficili

Un pesce fuor d’acqua! Come ci si può sentire senza aria da respiro, senza luce per vedere, senza sogni da inventare.

Mi ritrovo all’improvviso proiettata nella realtà, come se tutto quello che ho vissuto fosse stato solo una parentesi nelle pieghe della vita, a ricordare che bisogna sempre stare all’erta. Pur vivendo del momento.

La luce abbonda distogliendo l’attenzione, accarezzando gli oggetti ed i visi della gente. Qualcuno teso ad ascoltare, qualcuno solo a curiosare, a portarsi in giro senza remore nel lasciarsi intravedere.

Sorpresa da me stessa. I malesseri virtuali mi abbandonano quest’oggi, mi lasciano libera di godere ad osservare. Si, più che ad ascoltare!

Le onde si propagano assumendo una forma tangibile e reale; mi ritrovo all’interno di un sorriso trattenuto. Ormai la mia strada è già imboccata, difficile tornare indietro e provare a modificare il percorso. Si può solo avanzare raccogliendo il nuovo che in se sempre porta la paura dell’ignoto.

Non è in grado di donare. Tutto preso a "preservarsi". Poco gli resterà nelle mani alla fine della corsa, non vivrà e inaridirà.

Alcune cose terrorizzano, si investono di paura e impediscono il fluire naturale dei sentimenti.

Le passioni. Espressione massima concreta, filo conduttore teso fra i segreti dell’anima e il mondo esterno. Il contatto unisce e mantiene due diverse entità. L’una fatta di materia e struttura finemente organizzata, non rigida ma flessibile e adattabile alle necessità del momento; l’altra la si può solo immaginare con i sensi. Tutti insieme viene meglio.

Mi fermo ad aspettare. Sbircio attraverso una fessura stretta che non voglio allargare. Consente di infilarmi senza disturbare, a provare ad inviare il mio pensiero.

Non si vede ma c’è!

Si, ha preso origine tempo fa, quando i pomeriggi dell’estate erano avventure sempre nuove e da scoprire. Quando inventare un giro intorno al sole consentiva di ricevere il raggio suo più bello, dritto e senza impedimenti a riscaldare e ad incoraggiare.

È strano, eppure ha preso origine da lì.

Mi confondo. Non riesco a vedere bene oltre, cosa c’è dietro una mano che all’improvviso viene tesa ed immediatamente ritratta ad allontanare.

Provo a cercare la differenza fra "attendere" e "aspettare" e mi sembra sia infinita. Basta un cenno, solo uno e le cose assumeranno una maniera diversa più vivibile e reale.

Si fa strada il desiderio di provare a respirare fino in fondo. Un istante di nostalgia strugge, costringendomi a socchiudere le palpebre. Un dolore che non fa male su me stessa, trasportato dalla voce del passato, impressa e tracciata come una musica che si incide dentro l’animo.

Ascolto le parole. A me pervengono componendo un’armonia che insieme scrive una musica diversa, si incastra bene nel contesto dell’ambiente. Intonata alla luce calda che illumina quest’oggi il mio "sentire".

I visi appaiono non più tesi, ma distesi. Si incontrano gli sguardi senza alcun tentativo di inibire, di frenare il piacere che si prova, solo ad essere.

Parte una scintilla carica, piena di energia da trasmettere senza aspettare in cambio nulla.

Una voce da lontano. Arriva indisturbata e indifferente, attraversa le barriere del consueto e cade senza fare alcun rumore.

È incredibile come il collegamento sia diretto ed immediato, a scatenare una serie di reazioni che determineranno uno stile di vita un po’ diverso. Un po’ fuori dal "normale".

Fernanda

...Meraviglioso, ma come non ti accorgi, di quanto il mondo sia, meraviglioso. Meraviglioso, perfino il tuo dolore potrà guarire poi meraviglioso. Ma guarda intorno a te che doni ti hanno fatto: ti hanno inventato il mare eh! Tu dici non ho niente. Ti sembra niente il sole! La vita, l’amore...

(Meraviglioso, Domenico Modugno)

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Tornare a casa.
Il sole dietro l’angolo.
L’illusione del silenzio.
Follia.
Basta mettere il pensiero nell’istante...
Ricordi...
A me.
Accogliere...
Un po’ di fiducia.
Il rancore, la fragilitÓ, la poesia.
Soffio...
Il faro.
E mi sto perdendo...
Il libro non ha tempo.
Grazie...
Le risorse, dalle difficoltÓ.
Il tono dell’umore.
Il rumore del mare...
Sulla lama del rasoio...
Un motivo in pi¨.
DELLO STESSO AUTORE
La trappola dei sensi di colpa.
Gli effetti benefici della curcumina.
Epigenetica e maternage.
A tutti quelli che...
Ti amo di pi¨.
Ansia, stress, depressione.
Magia.
...e due indietro!
Maschi.
Gli affetti.
Narciso e il caprone.
Soffio...
La corteccia.
La cosa giusta.
Patchwork.
La risoluzione dei problemi.
Epigenetica e adattamento allo stress...
Le risposte.
Note di tenerezza.
Le parole nel silenzio...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione