HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Detenzione animali in condominio.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

23 aprile 2009



Cani con guinzaglio e museruola anche nel cortile condominiale.



In un periodo in cui una serie di aggressioni da parte di cani ha occupato le pagine dei quotidiani e sono intervenute nuove e più dure disposizioni legislative per regolamentare le responsabilità dei proprietari di cani, non sempre rispettosi del prossimo, ci si chiede quali sono le regole da rispettare per tenere i cani in condominio, se c’e’ un limite al loro numero, alle dimensioni, se c’e’ l’obbligo della museruola e/o del guinzaglio, se possono essere lasciati liberi nel cortile comune.


In proposito, occorre precisare che tenere un animale nel proprio appartamento rientra tra i poteri del condomino sulla sua proprietà esclusiva. Tuttavia, la detenzione di animali all’interno delle aree private può essere vietata con una delibera adottata all’unanimità dai condomini oppure dal regolamento di tipo contrattuale, cioè approvato da tutti i condomini, trattandosi di imporre un vincolo al libero esercizio del diritto di proprietà dei condomini. Il regolamento, inoltre, pur senza vietare la detenzione di animali, per ragioni igieniche o di convivenza, potrebbe stabilire limiti predefiniti in relazione alla grandezza o alla specie dell’animale, potrebbe vietare di portare gli animali in ascensore oppure obbligare i proprietari ad adottare specifiche cautele.


Mancando un espresso divieto, quindi, la detenzione di animali è legittima, ma non esonera chi li possiede dall’adottare tutti gli accorgimenti necessari per non recare disturbo agli altri condomini, i quali, possono denunciare il proprietario dell’animale per disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone ai sensi dell’art.659 codice penale, ove ricorra un effettivo pregiudizio alla tranquillità pubblica, o possono chiedere al giudice civile un provvedimento d’urgenza che disponga l’allontanamento dell’animale quando lo stesso costituisca un serio pericolo per la salute pubblica.


In ogni caso dovrebbero prevalere il buonsenso e la buona educazione per evitare molestie ai vicini, con l’impiego di cautele idonee a prevenire danni da parte dell’animale. Questa è la motivazione per cui la Corte di Cassazione, Quarta Sezione Penale, con sentenza n. 4672 del 3 febbraio 2009, ha confermato una sentenza della Corte di Appello di Catania che aveva condannato il proprietario di un cane per il reato di lesioni colpose in danno di un altro condomino, il quale era stato aggredito nel cortile condominiale dal cane, di razza “collie”, con conseguenti numerose lesioni. Il proprietario dell’animale era stato denunciato e ritenuto responsabile dell’evento dannoso per aver lasciato libero l’animale, senza guinzaglio e senza museruola, nel cortile condominiale, dove si trovavano altre persone. Per legge, infatti, i proprietari dei cani hanno l’obbligo di tenerli legati, nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, e devono, inoltre, sempre avere una museruola (rigida o morbida) “da applicare in caso di potenziale pericolo”.



Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Destinazione a parcheggio di un’area condominiale.
Apertura finestre in edificio condominiale.
Tende da sole e condominio.
Revoca dell’amministratore di condominio.
Elezione dell’amministratore condominiale.
Modifiche del regolamento condominiale.
Quesiti legali-Locazione di immobili e sicurezza.
Quesiti legali-Rifacimento tetto e sottotetto in condominio.
Il distacco dall’impianto di riscaldamento centralizzato
Costruzione di balconi o terrazzi negli appartamenti.
Manutenzione straordinaria cortile condominiale.
Canna fumaria e condominio.
Fioriere condominiali.
La manutenzione dei balconi.
Soppressione dell’antenna condominiale.
Deroghe ai criteri di ripartizione delle spese condominiali.
Servizi condominiali.
Spese per compensi dell’amministratore condominiale.
Penali a carico dei condomini morosi.
Inadempienze spese condominiali
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinitÓ e famiglia di fatto
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quesiti legali-Persone con disabilitÓ e parcheggio in area condominiale.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Quesiti legali- Assegno e prescrizione.
SolidarietÓ familiare: gli alimenti.
Quesiti legali- Difetti di manutenzione di terrazze e lastrici solari.
Il diritto all’integritÓ psicofisica
Limiti di etÓ nell’adozione
Quando il coniuge ha le mani bucate....
Quesiti legali-Quando un figlio maggiorenne convive more uxorio....
Non Ŕ in colpa la moglie che non segue il marito.
Assegni familiari ed affidamento dei figli ai servizi sociali.
Quesiti legali-Se il regolamento di condominio non viene rispettato....
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Quesiti legali- IndennitÓ di accompagnamento e revoca.
Quesiti legali-Benefici infermita’ per causa di servizio.
Quesiti legali-- Successione di contratti a termine.
Quesiti legali - Il contratto di locazione va sempre registrato?
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione