HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Separazione e tradimento.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

14 aprile 2015



Addebito della separazione alla moglie che tradisce il marito con altre donne.




In tema di separazione personale dei coniugi, l’addebito si fonda sulla violazione dei doveri che il codice civile impone ai coniugi, e sull’efficacia causale di tale violazione nella determinazione della crisi coniugale.


Spesso i giudici si trovano a dover affrontare il problema dell’addebitabilità della separazione per il tradimento di uno dei coniugi ed è emerso dalla costante giurisprudenza che il tradimento è causa di addebito solo nel caso in cui sia stata la causa della rottura fra i due coniugi e non in ogni caso. Quindi se si prova che il rapporto era già in crisi, il successivo tradimento non è reputato così rilevante da giustificare l’attribuzione dell’addebito al coniuge fedifrago.


Una delle conseguenze per il coniuge cui venga addebitata la separazione è la negazione del diritto all’assegno di mantenimento, che serve per far mantenere al beneficiario le precedenti condizioni di vita.


Con la sentenza n.1734/2009, la Corte di Cassazione si è occupata del caso di una donna alla quale era stata addebitata la separazione con negazione dell’assegno di mantenimento a carico del marito per avere, la stessa, tradito il marito con altre donne.


Invero, la sentenza di primo grado aveva dichiarato la separazione con addebito al marito per maltrattamenti, escludendo i comportamenti di adulterio attribuiti alla moglie, disponendo anche un assegno di mantenimento per la moglie, ma la Corte d’Appello aveva ribaltato la decisione ritenendo, in base al contenuto di due lettere inviate alla donna da altre due donne e prodotte nel giudizio, che era dimostrata la sussistenza delle relazioni extraconiugali “di tipo amoroso” tra costoro e la moglie, e che queste relazioni erano state la causa determinante della crisi coniugale e la causa anche delle reazioni violente del marito.


La Cassazione, giudicando su ricorso della moglie, ne ha rigettato ogni doglianza confermando la sentenza della Corte d’Appello e ritenendo, quindi, pure di fronte a comportamenti violenti – comunque inaccettabili - del marito, il tradimento bisex della moglie determinante ai fini dell’addebito della separazione alla stessa e della perdita dell’assegno di mantenimento.



Bibliografia:

- Commentario del codice di procedura civile. Art. 721-736 bis. Procedimenti in materia di famiglia e stato delle persone, di Vullo Enzo, Zanichelli, 2013




Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Assegno di divorzio e nuova convivenza.
Separazione davanti all’ufficiale di stato civile.
Nozze senza convivenza ed assegno di mantenimento.
La nuova mediazione civile e gli obblighi di informazione dell’avvocato.
Chi paga i danni cagionati da un minore?
Diritto di visita del genitore non affidatario.
Patti preventivi di separazione e/o divorzio
Separazione dei coniugi simulata.
Scambio di messaggi romantici via Internet ed infedeltą coniugale.
Coppie senza diritti.
Assegno Nucleo Familiare e separazione.
L’assegno di mantenimento per i coniugi a reddito minimo
Separazione e casa coniugale.
Nonni e nipoti
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Paternitą naturale
E’ modificabile l’assegno di divorzio?
Matrimonio e unioni di fatto.
Convivenza ex coniuge ed assegno divorzile.
Quesiti legali-Contratti e bisogni della famiglia.
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinitą e famiglia di fatto
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Quesiti legali-Persone con disabilitą e parcheggio in area condominiale.
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
La ’busta’ era vuota!
Condomini e convocazione assembleare
Puņ, il costruttore, nominare l’amministratore?
Quando il singolo comproprietario anticipa le spese....
Azioni giudiziarie condominio.
Separazione davanti all’ufficiale di stato civile.
Veranda e condominio.
Separazione per volontą unilaterale.
Espressioni ingiuriose e licenziamento.
La scomparsa del coniuge
Estinzione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne.
La patente di guida vale come documento di riconoscimento.
Quesiti legali - Nomina amministratore di condominio nelle nuove costruzioni.
Multe legittime anche se notificate senza firma autografa dell’agente?
Quesiti legali-Congedo per matrimonio.
Requisiti per iscriversi all’ordine dei giornalisti
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lą del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lą - Curiositą
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunitą e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione