HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
La voglia di vivere tutto...
di Fernanda Annesi  ( fernanda_65@yahoo.it )

3 febbraio 2007






...senza sottotitoli!


Pensieri degli anni difficili - 25

Non so, sull’incapacità di prendere una posizione. Altrove, quando la mente raggiunge i confini insperati e senti di toccare il cielo. Sei ad un passo, anche se cento impedimenti ti inseguono e catturano gli impulsi, gli istinti, la voglia di vivere senza domande, né pensieri.

Quante volte mi sono sentita con questo stato d’animo addosso?

Tante. Ripercorrendo nella memoria dei miei ricordi, analizzando ogni istante di vita, ogni persona che ne ha fatto parte. Solo di sfuggita oppure intensamente, nella mia quotidianità, nella realtà o nella finzione.

La finzione. Come si può definire? Una dimensione dentro la tua testa che vive di vita propria, provi a portarla nella realtà o ad assecondare la fantasia e a colmare i vuoti... Un momento di fredda lucidità mi colpisce dentro al cuore. Ne sento il battito, avverto la paura del pensiero, la necessità di spingersi non oltre il possibile. Cerco la parola, il conforto, qualcuno che mi possa guidare, che mi riapra gli occhi sulla ragione. Che mi aiuti a vedere dentro me stessa, con chiarezza.

Il buio intorno si insinua, fa da contorno alle mie emozioni che cercano lo spazio per esprimersi di nuovo attraverso la penna, direttamente senza bloccarsi. Ogni volta è come un ricominciare tutto daccapo, la ripresa è lenta, il vantaggio è che so già come andrà a finire con me stessa. Una serata fra le mie cose, al riparo dall’esterno nel tentativo di sfuocare le immagini e i momenti. Un colpo di spugna sulle belle frasi, sul profilo che ha reso possibile questo breve arco, scendo lentamente senza opporre alcuna resistenza verso il fondo dell’anima, percorrendo ogni cunicolo e passaggio.

E non mi faccio più domande, non cerco più le risposte.

La sensazione è uguale a quando improvvisamente un brivido di affanno invade il tuo corpo. Inizialmente la paura ti assale, sei preda dello sconforto e dell’agitazione.

Ma quante volte ce lo siamo detti, quante volte l’ho ascoltato dalle parole di chi l’ha vissuto sulla propria pelle? Deve passare, mettendo da parte gli istanti che fanno le angosce e inseguendo il sollievo.

Non è così facile!

Ogni movimento è rallentato, costa fatica, avverto la stanchezza nella mente, la solita leggera vertigine... Vorrei che qualcuno pensasse per me. Come sempre mi fermo a riflettere. A volte il desiderio di conoscenza, di sentirsi compresi o anche solo accolti costituisce la base dei legami più profondi. Mi piace stabilire canali di comunicazione unici e senza barriere, anche se a volte può non essere così lineare e semplice.

Cos’è il legame? La totale trasmissione di parole ed emozioni, la capacità di comprendere, il piacere di creare una situazione di agio, anche quando l’imbarazzo del contatto ti blocca e offusca un po’ la vista. Sai bene di aver già dato tanto ma nello stesso tempo senti di poter fare di più. E allora spontaneamente mi concedo una piacevole pausa...Mi gusto il momento, proietto lo sguardo nel vuoto, un sorriso dipinge il mio volto, un senso di rilassatezza disegna i miei occhi.

Avere le certezze della vita nelle proprie tasche, affondare le mani fra le sicurezze e allungare le dita sulle giornate di sole, quelle che riempiono di senso e danno un significato, un motivo in più. Leggo negli occhi di chi mi sta accanto un misto di stupore ed incredulità, sembra quasi impossibile, era forse solo arrivato il momento di rilanciare in aria la moneta senza soffermarsi, questa volta, sul lato sperato. Ma cogliendo solo il piacere nel lancio.

Non so... se era questo quello a cui speravamo, questo il suggerimento.

È venuta così, pensando a pochi istanti e allontanando il contorno, ma la vita che vi ruota mi prende e mi sorprende e questo è già tanto. Altrove... è stato il tentativo di ricucire gli stati d’animo frammentati, senza sforzarsi di trovare un filo conduttore, il piacere nell’allontanare la ragione dal cuore. Come sempre si ritrovano insieme fra le mie righe, come sempre vorrei poter non tralasciare niente. Ma è solo la voglia di vivere tutto!

 

Fernanda

 

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Il recinto rionale.
Le cose belle della mia vita.
La data di scadenza.
Amare... per me.
╚ sempre con me.
Ci˛ che passa per la testa.
Quando si vorrebbe dare quello che non si pu˛!
Un percorso circolare.
Per come sei.
LÓ, dove nasce l’anima.
II solco.
Di uguale importanza.
L’archivio delle cose non dette.
Un essere umano.
Un elefante...
Adesso, Ŕ tardi...
Il volpone sprovveduto...
In me stessa.
Una nota stonata.
La necessitÓ di rimanere con se stessi.
DELLO STESSO AUTORE
Il momento.
La mediocritÓ.
Di uguale importanza.
Ci˛ che non piace pi¨!
Il fascino e l’inquietudine.
Lo stile di vita adottato.
Sentimenti.
L’anima delle cellule.
Pi¨.
Microglia ed infrasuoni.
Equilibri.
All’improvviso...
L’amore in sÚ.
Il principio dei vasi comunicanti.
Voglio cambiare colore e penna!
La forza in sé.
Il coltello nella piaga.
Il punto di non ritorno.
A mille, ce n’Ŕ...
Ancora qui.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione