HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Caro governo!
di Mariano Marchese  ( marianomarchese1@gmail.com )

23 novembre 2006

Mai prima d'oggi mi era capitato di vedere che un Governo in carica fosse contestato (vorrei dire odiato ma il termine risulterebbe forse troppo forte anche se appropriato) così duramente dopo appena sei mesi dal suo insediamento. Il signor Prodi, a mio avviso, piuttosto che affannarsi a trovare giustificazioni a sostegno dell'operato alquanto scellerato dei "suoi" scienziati, forse dovrebbe fermarsi un attimo a riflettere su questo inconfutabile dato di fatto. Risulta alquanto evidente, infatti, che un certo malcontento serpeggi in tutti gli ambienti del nostro Paese e che le continue trovate del Governo mirate (dicono loro) a sanare la finanza pubblica e ad invertire il senso di marcia del malandato "carrozzone" targato Italia, ossia dal basso verso l'alto (?), non soddisfino veramente nessuno. Credo che il malcontento generale stia assumendo toni molto preoccupanti che potrebbero degenerare se solo ci fossero gli uomini giusti al posto giusto: ma questa è un'altra storia. Ricordo ancora quando molti elettori del centro-destra, subito dopo il voto della scorsa tornata elettorale e a bassa voce, dichiaravano di aver cambiato bandiera appoggiando il signor Prodi come unica alternativa possibile per non votare il signor Berlusconi salvo giustificare poi questa scelta con affermazioni del tipo "abbiamo provato a cambiare le cose tanto più in basso di così non si potrà scendere!" Oggi, quegli stessi signori si stanno probabilmente rendendo conto di aver commesso un errore assai clamoroso che... PER CONTINUARE LA LETTURA. CLICCARE SUL TITOLO


diventerebbe ancor più clamoroso se solo pensassimo che tale presa di coscienza coinvolge anche tanti increduli elettori del centro-sinistra, molti dei quali, pur pensandolo, si limitano a non affermarlo pubblicamente. Del resto ciò che sta accadendo con l’approvazione della finanziaria è sotto gli occhi di tutti e poco mi tranquillizzano le esternazioni del signor Visco quando afferma che gli italiani (loro?) non sarebbero impazziti nel contestare così apertamente le decidende misure di risanamento adottate dal Governo Prodi, come pare avrebbe affermato il Ministro Bersani, ma che tali atteggiamenti di protesta, molto più semplicemente, scaturirebbero solo dalla paura di voler affrontare i problemi! Mi domando cosa può pensare l’elettore (ma non solo lui) di fronte ad una simile osservazione anche alla luce delle sacrosante quotidiane proteste contro le decisioni di un così scellerato Governo. Ma dove sarebbe la serietà di coloro che un giorno decidono di esentare l’automobilista dal pagamento del bollo per tre anni per poi rimangiarsi tutto e infliggere allo stesso un aumento impietoso? Come rimanere impassibili di fronte alle disgraziate misure previste contro liberi professionisti e imprenditori o ai mille cortei di protesta che da qualche tempo affollano le vie della Capitale e non solo? Però possiamo consolarci dal momento che nel campo della scuola e dell’università forse va anche peggio, infatti per i precari sarebbe a rischio il rinnovo dei contratti, per i ricercatori si profila un clamoroso taglio ai fondi per la ricerca pubblica mentre sono stati annunciati cospicui incrementi per quelli per la ricerca privata e industriale: ma non c’è da preoccuparsi, infatti è previsto un incremento delle tasse per gli studenti universitari al fine di ovviare ai tagli previsti dalla manovra! Io penso che ci sia qualcosa che proprio non va...voi cosa ne pensate?

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Vizi privati... pubbliche virt¨!
Professori di musica!
Ricchezza effimera.
La partita della fiducia e dell’amicizia.
Regia infamante.
Bush Vs Saddam.
CARI NAVIGANTI, SIAMO TORNATI!
L’urlo, ora, si Ŕ disperso.
Che ne sarÓ di noi?
Era uno di quelli...
Buon lavoro, signor Tod’s.
La caduta degli Dei.
La tournÚe nei perimetri dell’assenza.
Canis canem edit.
Regole d’oro.
Eroi di tutti i santi giorni.
Acque amare del Mediterraneo.
Una croce sulla libertÓ.
Corsi e ricorsi storici...
L’Onorata SocietÓ.
DELLO STESSO AUTORE
Burattini o Marionette?
Una questione di scelte.
Speriamo nelle colombe!
Il Giardino dell’Anima...
Ancora promesse...
Infanzia venduta.
Africa, bel suol d’amore...
Caino e Abele.
Elezioni ed elettorato.
Vivere
... E guardiamo avanti, nonostante tutto.
Immigrazione e problematiche sociali
Pontifichiamo?
Punti di vista.
Vuoti a perdere...
Panzane?
Strane cose...
W l’Italia!
Stati d’animo...
Il sonno nella ragione...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione