HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Canis canem edit.
di Giorgio Marchese  ( direttore@lastradaweb.it )

25 ottobre 2006

LOS ANGELES - Jimmy Hopkins ha 15 anni, frequenta la Bullworth Academy ed ha uno scopo: farsi rispettare. Le sue armi sono calci, pugni, sassi, pallonate... e chi più ne ha, più ne metta. La Rockstar-games ha ufficialmente annunciato l'uscita (il 27 ottobre) di "Bully", il videogioco sul bullismo osteggiato dalle associazioni consumatori di mezzo mondo. Realizzato per Play Station 2, in Europa ha un titolo diverso da quello usato negli Stati Uniti: la casa produttrice ha deciso di cambiare l'inglese "Bully" con la frase latina, ribaltando la massima del "canis canem non edit", cioè il cane non divora cane, per evitare l'immediato accostamento del gioco con il problema del bullismo. C'è un però. Il giocatore protagonista veste i panni di uno studente che deve sopraffare altri studenti e cercare di sopravvivere ad atti di bullismo in una scuola per ricchi, con risposte alle aggressioni e alle violenze dei compagni spesso dello stesso tenore di ciò che subisce. Per cercare di "limitare i danni", il videogioco è consigliato a chi ha più di 16 anni. A parte il fatto che non si potrà evitare che anche ragazzi più giovani si imbattano con tale format, c'è da dire che il messaggio peggiore che si invia alle nuova generazioni è che, sempre e comunque, per raggiungere degli obiettivi si debba far ricorso alla violenza e alle sopraffazioni.E pensare che, in Natura, vince non il più forte ma chi elabora le strategie più intelligenti... PER CONTINUARE LA LETTURA, CLICCARE SUL TITOLO




"Chi è nell’errore compensa con la violenza ciò che gli manca in verità e forza" (Johann Wolfgang von Goethe). Negli Stati Uniti i pareri sono discordi dal momento che Jimmy Hopkins (l’interprete principale), oltre ad affrontare i bulli della scuola deve anche collaborare con i professori e fare tesoro delle lezioni per migliorare le sue abilità fisiche, tecniche o dialettiche. In una Società in cui "non c’è niente di sacro tranne l’osso dove si prendono i calci" (Marcello Marchesi), il target di riferimento di tale realtà virtuale è, a dir poco, invidiabile per quantità. Resta il fatto che, con tale andazzo, diventa sempre più vera l’osservazione di Einstein, secondo cui, per svolgere i compiti che il mondo ci propone, Madre Natura è stata fin troppo generosa nel dotarci di un sistema nervoso complesso: il solo midollo spinale sarebbe stato più che sufficiente. Nel frattempo, uno dei grandi rivenditori inglesi, Curry’s, ha deciso che nei suoi negozi il videogioco non ci sarà. Nonostante "Grand Theft Auto" e altri titoli molto discussi come "Liberty City" e "Dead Rising" siano stati in precedenza commercializzati da Curry’s, questa volta il marchio ha fatto marcia indietro. "Pensiamo alle famiglie. Non riteniamo che il gioco sia adatto ai nostri negozi, e abbiamo deciso di non tenerlo". Questo è quanto ha affermato un portavoce. "Con la violenza puoi uccidere colui che odi, ma non uccidi l’odio. La violenza aumenta l’odio e nient’altro" (Martin Luther King).

 

 

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
La dignitÓ del Cadetto.
Buon governo?
Quanto ci costa?
Spigolature di fine anno...
Congedarsi da queste storie anonime non Ŕ facile.
Sodoma o Gomorra? (tra bullismo e babygang)
PerchŔ?
Pluralismo e democrazia
Come vorrei tornare bambino!
L’epopea del salmone.
Dio denaro... e truffe regine.
Non c’Ŕ pace fra gli ulivi!
Meritocrazia?
Hic sunt leones.
E’ utile piangere sull’acqua versata?
Gli occhi di Karol.
Ndrangheta.
Non pu˛ esistere l’una, senza l’altra.
Intifada?
Uno per tutti, tutti per uno (tanti partiti, un solo interesse)
DELLO STESSO AUTORE
Il prezzo della vita...
Tessuto Nervoso.
Quesiti - La deflorazione.
Il nostro cervello...
Burattini o Marionette?
Il Faro.
Come si rinnova l’amore?
Il senso di inadeguatezza.
L’approccio giusto per affrontare l’Estate.
La biochimica delle emozioni.
Alle radici del Narcisismo...
Capire l’antifona - Lettera F.
A come Amore.
Il Pensiero e la coscienza di sÚ.
Vigilanza, attenzione, concentrazione e riflessione.
La vita in ogni respiro.
Squilibri, equilibri e gettoni di libertÓ
I conflitti interiori.
La solitudine.
La casa del Cuore...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione