HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
L’ereditÓ fa perdere il diritto all’assegno di divorzio?
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

11 settembre 2016

I chiarimenti in una sentenza della Cassazione.


L’assegno di divorzio viene concesso solo se l’ex coniuge beneficiario non abbia mezzi adeguati o sia nell’impossibilità di fatto di procurarseli per ragioni oggettive, in considerazione delle condizioni economiche e personali dei coniugi, della causa del divorzio e della durata del matrimonio. Tuttavia, esso è soggetto a modificazione, mediante il procedimento cosiddetto di “revisione”, qualora vi siano mutamenti delle condizioni economiche e dei redditi dell’uno, dell’altro o di entrambi gli ex coniugi, tali da giustificare un aumento, una diminuzione o l’abolizione dell’assegno. Ne consegue che, ad esempio, un cambiamento vantaggioso dovuto allo sviluppo della carriera lavorativa dell’ex coniuge tenuto al pagamento dell’assegno, è sufficiente per la richiesta di aumento dell’importo del suddetto assegno da parte del beneficiario.


Ma quando il miglioramento delle condizioni economiche riguarda l’ex coniuge beneficiario è automatica la riduzione o soppressione dell’assegno di divorzio?


In una sentenza, riguardante il caso di una donna che si era vista sopprimere il diritto all’assegno in ragione di alcuni beni immobili acquistati a titolo ereditario, la Corte di Cassazione ha avuto modo di precisare che la natura dei "giustificati motivi" che legittimano la revisione delle disposizioni sull’assegno di divorzio deve essere individuata tenendo conto della “funzione assistenziale propria del contributo di cui si discute, volto ad assicurare all’ex coniuge, che risulti privo di mezzi adeguati e non sia in grado dì procurarseli per ragioni oggettive, il mantenimento di un determinato tenore di vita, sulla base di una valutazione comparativa della situazione delle parti ed in proporzione alle sostanze dell’obbligato”. Per "giustificati motivi" di revisione devono intendersi i mutamenti delle condizioni economiche di uno o di entrambi gli ex coniugi, che abbiano oggettivamente alterato l’equilibrio determinato al momento della pronuncia di divorzio; quindi, il giudice non può limitarsi a considerare isolatamente il miglioramento delle condizioni economiche del beneficiario, riconoscendo ad esso “una valenza automaticamente estintiva della solidarietà postconiugale”, ma deve accertare se il titolare dell’assegno abbia acquistato la disponibilità di "mezzi adeguati", coiè “ idonei a renderlo autonomamente capace, senza necessità di integrazioni ad opera dell’obbligato, di raggiungere un tenore di vita analogo a quello avuto in costanza di matrimonio”(sentenza 23.08.2006 n° 18367).


Sulla base di tali considerazioni, la Corte, nel caso esaminato, ha accolto il ricorso proposto dall’ex moglie per l’automatismo adottato dai giudici di merito nella procedura di revisione, senza una verifica, in concreto, delle condizioni economiche di entrambi gli ex coniugi con riferimento all’epoca della pronuncia di divorzio ed a quella della domanda di revisione.




Bibliografia:

- Manuale di diritto di famiglia, di M. Sesta, Cedam, 6° ed., Padova, 2014

- Commentario del codice di procedura civile. Art. 721-736 bis. Procedimenti in materia di famiglia e stato delle persone, di Vullo Enzo, Zanichelli, 2013




Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Separazione, aborto e consultori familiari
Quando il coniuge ha le mani bucate....
Separazione dei coniugi e assegno di mantenimento.
Separazione e casa coniugale.
SolidarietÓ familiare: gli alimenti.
Separazione dei coniugi simulata.
Chi paga i danni cagionati da un minore?
Quesiti legali- Tradimento e separazione dei coniugi.
Vendita di beni mobili e comunione legale.
Adozione: un percorso avventuroso
Il convivente superstite ed il contratto di locazione
Separazione e adulterio.
Violazione dell’obbligo di convivenza e addebito della separazione.
Diritto di visita del genitore non affidatario.
Convivenza insopportabile e abbandono della casa coniugale
Inadempienza di pagamento dell’assegno di mantenimento
Congedi parentali e adozione.
A chi tocca la casa familiare?
Figli maggiorenni: mantenimento sine die?
Assegnazione della casa coniugale e comodato.
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinitÓ e famiglia di fatto
Quesiti legali-Persone con disabilitÓ e parcheggio in area condominiale.
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quesiti legali - Un genitore ha il dovere di mantenere figlio maggiorenne e nipote?
Locazione ad uso commerciale e riscaldamento.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Diritto di antenna e condominio.
Separazione per volontÓ unilaterale.
Chi deve redigere il regolamento condominiale?
Previdenza: condanna alle spese.
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
Quesiti legali-Pagamento canone locatizio: sospensione "unilaterale".
Quesiti legali-Danni da caduta di intonaco dai balconi.
Quando il singolo comproprietario anticipa le spese....
Non Ŕ in colpa la moglie che non segue il marito.
Addobbi natalizi e condominio.
Requisiti per iscriversi all’ordine dei giornalisti
Quesiti legali-CompatibilitÓ tra guida e psicofarmaci.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione