HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Ancora promesse...
di Mariano Marchese  ( marianomarchese1@gmail.com )

8 giugno 2005

Che strana realtà quella della Calabria, vero mezzogiorno d'Italia (per meglio dire vera mezzanotte d'Italia!)... tutti predicano di voler cambiare le cose ma le cose, in realtà, non cambiano mai! Dopo l'ennesimo, sfrontato, omicidio mafioso, infatti, il popolo di Calabria è sceso ancora una volta nelle piazze, ancora una volta, capeggiato da una folta schiera di rappresentanti istituzionali che, ovviamente, non hanno perso l'occasione di condannare quel vile gesto (fin qui nulla da eccepire) e per promettere, quindi, interventi risolutori contro quella cancrena che sta dilaniando, giorno dopo giorno, questa terra (a parer mio e con i mezzi a disposizione, cosa molto ma molto improbabile). Una scena che ho visto tante altre volte e che, se non ricordo male, non ha mai portato i risultati promessi con l'apparente sicurezza di chi sa cosa sta dicendo; insomma, quella tanto paventata estirpazione della ndrangheta dalla Calabria non è mai avvenuta, anzi, attentato dopo attentato, bomba dopo bomba, omicidio dopo omicidio, la stessa ha addirittura imposto la propria leadership in campo locale, nazionale e mondiale: questo si che può definirsi un risultato concreto! Ai limiti del ridicolo, poi, è stata l'affermazione di Prodi quando, con piglio deciso, ha affermato che -"I voti della mafia noi non li vogliamo!"Io mi chiedo, ma come farà il centrosinistra a selezionare i voti? Interrogheranno gli elettori con le schede in mano ad un passo dall'urna sui loro trascorsi o sulle loro attuali collusioni e invitandoli, se mafiosi, a votare per il centrodestra? Questo non è dato saperlo...però di una cosa sono assolutamente certo, in una terra che trasuda mafia non ottenere anche i cosiddetti voti sporchi sarebbe auspicabile quanto impossibile; forse la frase giusta sarebbe dovuta essere: -" lotterò contro la ndrangheta per evitare alla politica ancora infiltrazioni mafiose"- Il signor Prodi questo si è ben guardato dall'affermarlo perché, forse, si è reso conto che non potrà mai essere così, almeno in questa terra maledetta di Calabria. Se è vero, infatti, che zero per zero è uguale a zero è altrettanto vero che promessa per promessa è uguale a tutto come prima e buonanotte ai suonatori!. Come non andare, allora, con la nostra mente agli esiti del processo Tamburo, celebrato proprio per punire gli eventuali autori dei tanti scempi realizzati o, per meglio dire, in corso d'opera, sulla Salerno-Reggio Calabria altrimenti detta A3? E si, cari signori, in Calabria si cambia: vi assicuro che quando lo si decide veramente, si cambia velocissimamente! Un esempio? Fino al giorno precedente la lettura della sentenza del processo Tamburo, infatti, la A3 veniva considerata ai limiti della Praticabilità tanto da decidere il sequestro di alcuni tratti e imporre limiti di velocità assurdi, poi, miracolo, l'autostrada è a perfetta regola d'arte, quindi, non è stato commesso nessun reato tanto da revocarne il sequestro! Ma, dico io, può essere possibile una cosa del genere nel secondo millennio? Ma l'avete vista l'autostrada? Erano meglio le barzellette raccontate dal povero Macario, facevano più ridere, mentre quelle attuali fanno piangere.


SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Ferie e intemperie.
Conoscenza e solidarietÓ.
Sinistri scricchiolii ad Est di Capo Matapan.
Errare humanum est!
RealtÓ e VeritÓ
Vuoti a perdere...
Ciao...Nando!
Autostima, paura, rinunce ... e contropartite.
19 Marzo, Festa del PapÓ.
Fermiamoci un momento a riflettere!
Tanti Auguri!
Come rumore di carta sfogliata.
Al voto, al voto!
Il triello.
Una vita in equilibrio.
Ragazzi, la vita non e’ un palcoscenico!
Dalla pelle al cuore. Si pu˛ uscire dalla crisi?
L’Europa occulta
L’ora delle tenebre!
ANAS e ananassi... di bugie.
DELLO STESSO AUTORE
Il valore dell’Introspezione...
Burattini o Marionette?
Un Santo in Calabria?
I Diritti Umani
Il pregiudizio, l’errore... e la condanna.
Potere e volere....
Basta!
La politica e gli ordinamenti umani
Usi e abusi.
Quanti avvisi!
Due pesi...
Calabria ora...
Come vorrei tornare bambino!
Associazionismo...
Pensare...
Interrogazione Parlamentare dell’Onorevole Geraci
Innamoramento e Amore
Macchinisti, nella Vita (o semplici passeggeri?)
La giustezza della norma...
E’ meglio un rimpianto o un rimorso?
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione