Posted on

“Egr. avvocato, vorrei sapere a quanti giorni di ferie ha diritto il dipendente di lavoro part-time. Grazie. Distinti saluti”.

Il contratto di lavoro a tempo parziale (part-time) individua una tipologia di lavoro subordinato a orario ridotto (rispetto al rapporto a tempo pieno), che si svolge con modi e tempi prefissati e che può essere instaurato sia nei rapporti di lavoro a tempo indeterminato che determinato.

Esistono tre tipologie di contratto part-time:

  • Orizzontale:
    se l’attività è prestata in tutti i giorni lavorativi con orario ridotto. Es: 4 ore x 5 giorni lavorativi.
  • Verticale:
    se l’attività è prestata solo in alcuni giorni della settimana con orario pieno. Es: 3 giorni pieni a settimana.
  • Misto:
    è una combinazione delle altre due tipologie.

E’ un contratto individuale, stipulato in forma scritta, che deve contenere l’indicazione della durata della prestazione lavorativa e l’orario di lavoro (con riferimento al giorno, alla settimana, al mese e all’anno).

Il lavoratore assunto con contratto di lavoro part-time ha diritto allo stesso trattamento economico e normativo di un lavoratore assunto con contratto a tempo pieno, anche riguardo alle ferie, proporzionalmente alle ore di lavoro effettivamente svolte.

La modalità di calcolo delle ferie varia a seconda del tipo di lavoro part-time svolto:

  • Nel rapporto part-time orizzontale, al lavoratore spettano le stesse giornate di ferie riconosciute ai colleghi con contratto a tempo pieno (ma, ovviamente, varia la retribuzione, che è determinata sulla base delle ore di lavoro effettivamente svolte)
  • Nel rapporto a part-time verticale e misto, il calcolo delle ferie è proporzionato ai giorni di lavoro effettivamente svolti.

Erminia Acri-Avvocato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.