Posted on

…e non c’è mai stato un “noi”

Sai, nei miei pensieri, ti ho lasciato sbiadire un po’ alla volta

finché i contorni del tuo viso non stavano più insieme

e sei svanito del tutto…

E ti ho lasciato andare come hai fatto tu

insieme a quel pezzo di cuore impazzito

che portava il tuo nome impresso…

E non c’è più un “te”

e non c’è mai stato un “noi”.

Ti perdo insieme a quel che non sei mai stato

mentre la parte di me che torna a sorridere

accompagna dolcemente un altro sogno

a morire sotto una fine coltre

di un dolore impalpabile

sfinito da una solitudine composta

e che disegna, ancora una volta,

i confini del mio vivere.

E resto ancora io…

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *