Posted on

Ascoltami senza proferir parola

Lascia che ti ami come posso

Come so…come sbaglio..

Lascia che supplisca alla tua assenza

col succo sanguigno della mia passione

Ascoltami senza proferir parola

e lasciami sfogare la mia rabbia

Voglio mangiare alla tua tavola imbandita

bere al tuo calice di vino

e ubriacarmi di te….

Fa’ che io possa sedere alla tua mensa…

ogni volta che vorrò!…

e saziarmi di te finché avrò fame

Offrimi, dal tuo cesto, la tua arancia nuova

e guardami spogliare i suoi giovani spicchi…

Ho sete del suo succo e dei suoi semi….

Lascia che ti ami come posso

Come so… come sbaglio….

Come una luna che non vuol morire…

Come un sole che deve ancora nascere…

Lascia che ti ami come sento…

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *