Posted on

“Domanda: ho avuto un appartamento in eredità da mia madre. Poichè sono in comunione dei beni con mio marito, quell’appartamento è comune? E se lo vendo per comprarne un altro, quello che comprerò diventerà comune? Grazie. B.P.”

La nostra legislazione prevede che costituiscono oggetto della comunione i beni acquistati dai coniugi, insieme o separatamente, durante il matrimonio, salvo alcune eccezioni, relative ai beni “personali”, espressamente previste dalla legge.

Dal regime della comunione sono sottratti i beni ricevuti in eredità, stante la norma dell’art.179 del codice civile lettera b), che esclude dalla comunione <<i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di donazione o succcessione, quando nell’atto di liberalità o nel testamento non è specificato che essi sono attribuiti alla comunione>>.

Pertanto, anche in caso di vendita di un bene ricevuto in eredità e di acquisto, col denaro ricavato, di altro bene, quest’ultimo è escluso dalla comunione legale, resta di carattere personale, ma nel contratto di compravendita occorre specificare che il denaro è frutto della vendita di un immobile ereditato.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *