Posted on



ovvero gli esseri umani di serie “A”, di serie “B” e di serie “C”…


nel profondo mare delle massime, delle riflessioni e lunghe meditazioni che miliardi di E.U. hanno compiuto, sottopongo alla Tua riflessione una classificazione:

LE TRE CATEGORIE

( percentuali nell’ordine di NEUTRERGIA AFFETTIVITA’ AGGRESSIVITA’)

CATEGORIA “A”


SAGGI 80% – 15% – 5%

SAPIENTI 70% – 20% – 10%

MATURI 60% – 25% – 15%

COLTI 45% – 35% – 20%

***************************************************************************************************************************

CATEGORIA “B”


EQUILIBRATI 40% – 30% – 30%

ERUDITI 35% – 35% – 30%

ISTRUITI 30% – 40% – 30%

PREPARATI 25% – 50% – 25%

***************************************************************************************************************************

CATEGORIA “C”


CREATURE 15% – 65% – 20%

UMANOIDI 10% – 25% – 65%

CAZZABUBBOLI 15% – 15% – 70%

RUFFIANI 10% – 20% – 70%

QUAQUARAQUA 5% – 15% – 80%

IPOSVILUPPATI 2% – 48% – 50%

***************************************************************************************************************************

Rieccoti a pontificare, catalogare “le tre categorie”, ma non hai detto, tu stesso, che l’E.U. non va etichettato?

E poi ancora, dici tu, per riflettere bisogna vederci chiaro e per vederci chiaro, bisogna avere dati semplici.

“Le tre categorie” non le capisco, non ci vedo chiaro!

Abbi pazienza, ti risponderò la prossima settimana, per ora, rifletti sulla classificazione.

Giovanni Russo

Commento e Riflessioni

Davvero stimolante la classificazione proposta dal prof, mi chiedo spesso se sia possibile ricoprire tutte le categorie o parte di esse nel corso della nostra esistenza e se, pur avendo raggiunto in certi settori il massimo dello sviluppo del momento ( da verificare ), si possa essere iposviluppati in altri settori.

Ma come si migliora?

Soprattutto,

come si capisce se si è migliorati?

Sono queste le domande che mi pongo da tempo…

Devo dire che c’è chi mi risponde….

Francesco Chiaia – 15 febbraio 2004

Print Friendly, PDF & Email