Posted on

Mi scusi per il disturbo, ma ho un problema da risolvere con il mio condominio e non so se ho ragione. L’amministratore in carica si è rivolto ad un avvocato per fare emettere 3 decreti ingiuntivi ai danni di 3 condomini per il mancato pagamento di spese ordinarie, senza l’approvazione del consuntivo da parte dell’assemblea. Prima di andare da un avvocato e sostenere spese, vorrei sapere: è consentito all’amministratore chiedere un decreto ingiuntivo nei confronti dei condómini morosi sulla base del solo bilancio “preventivo”? Grazie. Saluti G. P.”

Quando vi sono condòmini in ritardo nel pagamento delle spese condominiali, l’amministratore può adire le vie legali chiedendo l’emissione di un decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo, cioè di un provvedimento che obbliga il condomino moroso a pagare immediatamente le somme richieste, salva la possibilità, per quest’ultimo, di fare opposizione e dimostrare l’infondatezza della pretesa del condominio. Infatti, l’art. 63, primo comma, disp. att. Codice civile, così dispone: “Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall’assemblea, l’amministratore puo’ ottenere decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione”.

Per richiedere il decreto ingiuntivo e’ necessario allegare il rendiconto, con la ripartizione delle spese, approvato dall’assemblea, ma, secondo la giurisprudenza, l’amministratore può agire anche sulla base del bilancio preventivo approvato, non essendo necessario che sia approvato il consuntivo di fine anno per procedere al recupero del credito (sentenza Corte di Cassazione n.24229/08)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *