Posted on

Ippocrate: “Rallegratevi dei vostri poteri interiori perché sono la fonte della vostra salute e perfezione.”

Dalla postazione giornalistica de LaStrad@web in diretta il commento alla puntata.

Puntata incentrata sul sociale quella del 27 febbraio, sulla necessità, cioè, di diffondere messaggi positivi e propositivi con lo scopo di proporre un modo di essere e di vivere dignitoso, al riparo da fenomeni di degrado morale e sociale.

Questi i temi sollecitati dal conduttore e delineati dallo psicoterapeuta che si è soffermato sulla possibilità per l’essere umano di conoscere e sviluppare se stesso onde migliorare la qualità della propria esistenza. Per realizzare ciò, si rende indispensabile l’informazione e la formazione a cura di professionisti esperti e qualificati che possano operare in strutture adeguate, usufruendo della collaborazione dell’intera comunità.

Utopia o realtà? E’ difficile rispondere, anche se, un esempio di concrete possibilità di fare, proviene dallo stesso Gigliotti che, in silenzio, senza clamore, si dedica, da ventitrè anni al difficile mestiere di educatore in una cooperativa cosentina, creata per dare accoglienza a quanti vivono difficoltà di ogni genere.

Non mancherà, inoltre, di dare il suo contributo in questa direzione, il progetto, già preannunciato, a cui con grande determinazione e convinzione sta lavorando Giorgio Marchese, cioè realizzare una struttura in cui poter trascorrere il tempo in maniera utile e costruttiva. Il fine, infatti, dell’”Isola che non c’è” (questo il suo nome) sarà quello di ospitare coloro che vorranno dedicarsi, attraverso un sano divertimento, a tirar fuori il meglio di sé, impegnandosi nelle varie discipline, musicali, tetrali, culturali ecc.

Naturalmente, un argomento del genere non poteva passare inosservato, infatti, mentre se ne discuteva, è arrivata la telefonata del dott. Aldo Cennamo che, a Cosenza, dirige ed è responsabile di centri di formazione professionale, il quale, oltre a complimentarsi per la citata iniziativa, si è dichiarato disponibile a collaborare con Gigliotti ed i suoi ospiti per rendere attuabili progetti di formazione ed informazione di alto profilo.

Ad allietare, poi, la serata, con la loro “fresca” presenza, hanno contribuito le bambine di Rossella Marano, insegnante e titolare della scuola di ballo, University of Dance, a Saporito di Rende, che si sono esibite in un ballo moderno.

A toccare la corda dei sentimenti, invece, il compito è spettato, come al solito, a E. Piscitelli, che ha proposto uno dei pezzi più famosi di G.Morandi: “Scende la pioggia”.

Da LaStrad@web è tutto, arrivederci alla prossima puntata.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *