Posted on

Queste immagini, in costruzione e, quindi, ancora da vivere, sono un tributo a chi, come me, più di me, crede nei “sogni” che possono diventare realtà e, a tutti coloro che, come noi, credono nelle capacità psichiche degli Esseri Umani.


AD UN FUTURO PADRE

Già immagino te,

alle prese con nostra figlia o, forse figlio,

dobbiamo, sai, parlare anche di questo.

Ma io già ti vedo,

intento e affaccendato,

tra uno scritto ed una lezione, ancora in erba,

a leggere e rileggere le istruzioni

di un gioco troppo nuovo,

per noi

che giocavamo coi birilli,

che spingevamo le macchinine con le dita,

e pettinavamo i capelli ad una Barbie,

ancora poco vista e conosciuta.

Ti guarderà e,

con gli occhi spalancati, ti chiederà:

” Papà, perché……, come mai……,

cosa vuol dire?

Ma tu,

sarai bravissimo e paziente,

competente, dolce ma sicuro,

perché ti conosco,

e so, che come me, stai imparando, con impegno,

pure questo.


















Meri



















Print Friendly, PDF & Email