HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Gli effetti del matrimonio annullato
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

15 giugno 2006

Con la sentenza di annullamento (o di nullità) il matrimonio si estingue, ma può conservare una limitata efficacia come matrimonio 'putativo'.


Il legislatore ha individuato una serie di situazioni che rendono il matrimonio invalido (nullo o annullabile), tra cui l’esistenza di un precedente matrimonio, lo stato di interdizione di uno dei coniugi, lo stato di incapacità di intendere e di volere al momento della celebrazione delle nozze, l’esistenza di legami di parentela, ecc.

L’invalidità del matrimonio è dichiarata con sentenza dal Tribunale su domanda dei soggetti cui spetta l’azione, a seconda dei casi, al termine di un giudizio in cui deve essere provata la sussistenza di una delle suddette cause di invalidità.

La sentenza che pronunzia l’invalidità del matrimonio fa venir meno il vincolo coniugale fin dal momento della celebrazione delle nozze, e i coniugi riacquistano lo stato civile libero a far data da quello stesso giorno.

Tuttavia, la legge dà rilevanza al fatto che il matrimonio, anche se invalido dall’origine, ha creato una comunità familiare e fa derivare da esso alcuni effetti, che sono previsti dalle norme che regolano il matrimonio ’putativo’ (= matrimonio che i coniugi credevano valido).

In particolare, i figli nati o concepiti durante il matrimonio invalido - esclusi i casi di bigamia ed incesto - restano figli legittimi, ossia nei loro confronti il matrimonio ha gli stessi effetti di un matrimonio valido. Ciò vale anche se i coniugi erano in mala fede, cioè sapevano dell’esistenza della causa di invalidità. Se, invece, i coniugi erano in buona fede (cioè ignoravano l’esistenza della condizione invalidante o avevano espresso il loro consenso al matrimonio sotto violenza o per timore), si considerano legittimi anche i figli nati prima del matrimonio e riconosciuti anteriormente alla sentenza definitiva di nullità o annullamento.

Il matrimonio dichiarato invalido produce effetti anche verso i coniugi, che variano a seconda dello stato di buona o mala fede degli stessi:

- se entrambi i coniugi erano in mala fede il matrimonio non produce alcun effetto;

- se i coniugi erano in buona fede il matrimonio produce effetti fino alla sentenza di invalidità. Se solo uno dei coniugi era in buona fede, tali effetti si producono solo nei suoi confronti;

- se i coniugi erano in buona fede, il giudice può stabilire il versamento di una somma, come mantenimento, a favore del coniuge privo di redditi propri e che non si sia sposato di nuovo, a carico dell’altro, per non più di 3 anni;

- se solo uno dei coniugi era in buona fede, l’altro -in mala fede- è tenuto a versargli un’indennità e, se ricorre lo stato di bisogno, un assegno alimentare.

La disciplina del matrimonio putativo si applica anche nel caso di nullità del matrimonio concordatario (= matrimonio religioso con effetti civili) pronunciata dal tribunale ecclesiastico.

Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Limiti al mantenimento di figli maggiorenni.
Nozze senza convivenza ed assegno di mantenimento.
Solidarietą familiare: gli alimenti.
Chi paga i danni cagionati da un minore?
Il riconoscimento di un figlio nato al di fuori del matrimonio
Pensione di reversibilitą tra coniuge superstite e coniuge divorziato.
Convivente e pensione di reversibilit
Separazione davanti all’ufficiale di stato civile.
Separazione e casa coniugale.
Non č in colpa la moglie che non segue il marito.
L’assegno di mantenimento per i coniugi a reddito minimo
Assegnazione casa coniugale e separazione dei coniugi.
Scambio di messaggi romantici via Internet ed infedeltą coniugale.
Ancora nuove sull’assegno di mantenimento.
Rapporto nonni-nipoti.
La scomparsa del coniuge
Coppie senza diritti.
Assegnazione della casa coniugale e comodato.
Figli maggiorenni: cessa l’obbligo di mantenimento ?
Suoceri invadenti e separazione dei coniugi
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Quesiti legali - Parentela, affinitą e famiglia di fatto
Quesiti legali-L’adulterio č un reato?
Quesiti legali - Un genitore ha il dovere di mantenere figlio maggiorenne e nipote?
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Separazione per volontą unilaterale.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Ripetizione delle somme indebitamente percepite da invalidi civili.
Quesiti legali-Se il regolamento di condominio non viene rispettato....
Quesiti legali-Persone con disabilitą e parcheggio in area condominiale.
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
Quesiti legali-Videocitofono e condominio.
Quesiti legali- Divorzi low cost e last minute.
Quesiti legali-Prescrizione assegno di mantenimento.
Quesiti legali - Cambio di abitazione o di residenza.
Quesiti legali-Compatibilitą tra guida e psicofarmaci.
Installazione tende da sole in edificio condominiale.
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Quesiti legali-Condominio: vendita del cortile comune.
Assegni familiari ed affidamento dei figli ai servizi sociali.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lą del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lą - Curiositą
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunitą e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione