HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Il riconoscimento di un figlio nato al di fuori del matrimonio
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

26 settembre 2002

Il riconoscimento del figlio 'naturale' avviene automaticamente con la nascita? Il figlio naturale ha gli stessi diritti di un figlio nato durante il matrimonio? Un esperto risponde a queste domande


Il riconoscimento è l’atto con cui una persona dichiara di essere genitore di un figlio nato fuori del matrimonio, con conseguente acquisto, da parte del figlio, della posizione di figlio ’naturale’.

Solitamente il riconoscimento avviene alla nascita del figlio, da parte di uno o di entrambi i genitori, però non deriva automaticamente dalla nascita, ma richiede una apposita dichiarazione che può essere effettuata mediante:

- denunzia nell’atto di nascita;

- dichiarazione resa davanti all’ufficiale di stato civile, al giudice tutelare o ad un notaio;

- testamento;

- domanda di ’legittimazione’ presentata al giudice o dichiarazione della volontà di legittimare il figlio contenuta in un atto pubblico o in un testamento (la legittimazione è lo strumento con cui il figlio naturale diventa figlio legittimo, cioè acquista la stessa posizione di un figlio nato durante il matrimonio).

Il figlio naturale riconosciuto ha una posizione sostanzialmente uguale a quella del figlio nato durante il matrimonio (detto ’legittimo’). Infatti i genitori hanno nei suoi confronti gli stessi obblighi di mantenimento, istruzione ed educazione che avrebbero nei confronti di un figlio legittimo. Inoltre, acquista diritti successori nei confronti dei genitori come un figlio legittimo. Si esclude, invece, che nascano legami di parentela tra il figlio naturale riconosciuto ed i parenti del genitore.

Il cognome che acquista il figlio naturale è quello del padre, se i genitori lo hanno riconosciuto insieme, altrimenti quello del genitore che ha provveduto al riconoscimento. Se il figlio è stato riconosciuto prima dalla madre e poi dal padre, spetta al figlio la scelta del cognome. Tuttavia, finchè il figlio non abbia raggiunto la maggiore età la scelta è fatta dal giudice, ma può essere sempre modificata dall’interessato.

Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Rottura del fidanzamento e restituzione dei regali
Assegno di divorzio e nuova convivenza.
Unioni civili e regole ereditarie.
Chi paga i danni cagionati da un minore?
Figli maggiorenni: cessa l’obbligo di mantenimento ?
A chi tocca la casa familiare?
Che cosa è la famiglia di fatto?
Gli effetti del matrimonio annullato
Matrimonio e unioni di fatto.
Separazione e adulterio.
L’addebitabilità della separazione.
Estinzione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne.
L’ adottato ha il diritto di conoscere le sue origini?
Separazione ed affidamento dei figli.
Separazione, aborto e consultori familiari
Quesiti legali- Tradimento e separazione dei coniugi.
Revisione assegno divorzile.
Separazione e casa coniugale.
Nozze senza convivenza ed assegno di mantenimento.
Il cognome del figlio naturale
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinità e famiglia di fatto
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Locazione ad uso commerciale e riscaldamento.
Quesiti legali-Persone con disabilità e parcheggio in area condominiale.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Addobbi natalizi e condominio.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Quesiti legali-Videocitofono e condominio.
Trasferimento di unità immobiliare
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
Nessuna scadenza per l’assegno di divorzio.
Quesiti legali- Assegno e prescrizione.
Indennizzo per infortunio sul lavoro o malattia professionale.
Quesiti legali-Se il regolamento di condominio non viene rispettato....
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Quesiti legali-L’adulterio è un reato?
Quesiti legali - Un genitore ha il dovere di mantenere figlio maggiorenne e nipote?
Può, il costruttore, nominare l’amministratore?
Quesiti legali-Cassette postali e condominio.
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di là del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e là - Curiosità
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunità e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione