HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Lo sport rende felici e resilienti...
di Matteo Simone  ( 21163@tiscali.it )

10 maggio 2018






e avvicina persone, culture e mondi


Sto approfondendo argomenti che hanno a che fare con la consapevolezza, la passione e motivazione, il mettersi in moto, il costruire mete, obiettivi, realizzare sogni. Quello che raccontano tante persone è che lo sport rende felici, libera la mente da tensioni e problemi accumulati durante la giornata o nel corso di altre attività quotidiane meno piacevoli.

Si sperimenta qualcosa che ha a che fare con la gioia di vivere, vivere intensamente, vivere situazioni forti, superare crisi e problemi, uscire dalle situazioni più disperate e più difficili. Tutto ciò diventa una palestra di vita, si affronta la vita con più sicurezza, con meno ansie e paure.

Lo sport incrementa consapevolezza, sviluppa autoefficacia consolidando la fiducia in se stessi di poter far qualcosa, di riuscire in qualcosa; lo sport incrementa la Resilienza, si affrontano e si superano meglio i problemi, le crisi, le difficoltà.

E’ importante fare le cose ascoltandosi ed osservandosi con attenzione ad iniziare dal respiro, dalle sensazioni corporee, una sorta di automonitoraggio per valutare momento per momento se quello che si sta facendo è in linea con il proprio desiderio e il proprio bisogno. E’ un contattare le proprie sensazioni in cerca del meglio per sé, considerando gli obiettivi che si vogliono perseguire con piacere, passione, motivazione, impegno.

Si possono fare grandi cose e se arriva un impedimento bisogna essere resilienti e pronti al cambiamento, non abbattersi ma cambiare solamente gli obiettivi, rimodularli in base alle proprie condizioni fisiche attuali. Per ogni problema c’è almeno una soluzione, chiuso un portone se ne possono aprire tanti altri, l’esperienza fatta serve nel futuro per andare avanti con pazienza, un passo alla volta, con consapevolezza e rispettando i propri limiti.

In linea di massima la passione per uno sport permette di sperimentarsi, di condurre un sano stile di vita, permette di salire su un treno fatto di fatica e gioie, di relazioni, di mete e obiettivi da costruire, di situazioni da sperimentare: autoefficacia, riuscita, ma anche sconfitte e infortuni. Bisogna sviluppare consapevolezza delle proprie risorse e capacità, dei propri limiti.

Lo sport aiuta a elaborare situazioni e problemi, aiuta a trovare soluzioni, a progettare, mette in moto emisfero destro e sinistro; l’emisfero destro è più immaginativo, creativo, intuitivo, impulsivo; il sinistro è più razionale, calcolatore, pianificatore, programmatore.

Ci vuole convinzione, grinta, forza, determinazione per dedicarsi ad un periodo di preparazione atletica che può richiedere sacrifici enormi, rinunce, spese, difficoltà, rischi, infortuni. La cosa importante è decidere le priorità, gli obiettivi e impegnarsi per il raggiungimento; più è alto l’obiettivo più è alto l’impegno. Il talento non basta per raggiungere l’eccellenza, l’impegno è di rilevanza fondamentale.


Matteo SIMONE

http://www.psicologiadellosport.net

1

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Musicoterapia e cure palliative.
Lo psicologo dello sport...
La paura...
Selfie & sport.
L’apprendimento musicale.
Migliorare la prestazione con l’EMDR.
L’intervento psicologico in Abruzzo.
Una questione di carattere - Parte Prima.
Le difficoltÓ di uno sportivo...
Alcool...
Ragionare...
Il setting e gli strumenti in musicoterapia.
Doping.
La comunicazione attraverso il suono.
Move Week in tutta Europa...
Storia di Allyson...
The Heart of Kenyan Running.
La musica, nella relazione d’aiuto.
CONSAPEVOLE ED INCONSAPEVOLE (avanzamenti metodologici di G. Russo)
I disturbi di personalitÓ.
DELLO STESSO AUTORE
The Heart of Kenyan Running.
La paura...
Il ruolo dell’allenatore...
L’intervento psicologico in Abruzzo.
Incontro psicologo - arbitri.
Lo psicologo dello sport...
L’handicap sta solo nella tua testa...
Matteo Bellucci
26 Aprile. No Elevator Day.
Move Week in tutta Europa...
Nuove sfide...
Conseguenze positive della corsa regolare...
In cammino verso la consapevolezza.
Intervista a Lisa Borzani.
Move Week...
Run for Parkinson.
Imparare dall’esperienza.
Il trauma psichico.
Disability is not inability.
Doping.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione