HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Il Natale che verrÓ...
di Giorgio Marchese  ( direttore@lastradaweb.it )

18 dicembre 2017


Come si rompe il muro dell'indifferenza? “Ama il prossimo tuo non come ameresti te stesso ma, piuttosto, per quello che è: il prossimo tuo!” Ecco, comprendendo questo invito di un famoso penalista vissuto in un tempo migliore, probabilmente cominceremmo ad accorgerci che, intorno a noi, c'è gente che, come noi, si accorge (spesso in ritardo) di avere infranto i sogni contro la polvere della realtà quotidiana. Ma se avessimo il potere di girare in cielo come le rondini, saremmo in grado di osservare dall'alto l'inutile corsa di una umanità che si affanna, forse solo per tenersi impegnata a schivare quello strano dolore che nasce dal saldo negativo fra le gratificazioni e le frustrazioni? Cari Lettori, qualcuno ritiene che Dio eserciti il potere alla stregua della Monarchia britannica: regnando ma non governando. Allora nasce il dubbio: un uomo, da solo, può cambiare il mondo? Al netto della presunzione intrinseca, sarebbe stimolante l'idea di provare ad entrare in sintonia con il bisogno degli altri (che, poi, non è diverso dal nostro) e, magari, provare a parlarci come non facciamo mai. A volte mi chiedo se un ricordo, sia qualcosa "che si ha" o "che si è perduto". La risposta che riesco a darmi è che una persona invecchia, quando i rimpianti superano i sogni e le aspettative. Certe altre volte mi soffermo ad osservare, invece, l'incongruenza di cure mediche sempre pi¨ tecnologizzate... PER CONTINUARE LA LETTURA, CLICCARE SUL TITOLO.



... e lontano dal paziente e mi disturba l’idea che, pure, esiste (in ognuno) un luogo intimo e segreto dove si nasconde la ricetta della propria salute!

Cari Lettori, temo molto il rischio di rimpiangere i momenti in cui potevo dire e non ho parlato o, peggio, avrei potuto tacere ed ho fatto, invece, soffrire... ma, nel contempo, mal sopporto chi non accetta che possano esistere idee innovative in grado di cambiare l’ordine delle cose, volgendo al sereno quello che, sovente, si appalesa come un fortunale.

Il ché, in fondo, ricalca la fantastica storia delle possibilità che la vita ci offre.

Volare in cielo come le rondini, già... magari per entrare dalla finestra più luminosa a scoprire il segreto delle cose importanti, anche se il prezzo può essere una iniziale tristezza. E se qualche volta, col tramonto davanti, passiamo attraverso una lacrima, non fermiamoci ad asciugarla perché inaridiremmo la nostra parte più umana.

Ogni cosa comincia ma, poi, finisce e tra poche ore è già domani.

Appunto per questo bisogna imparare a saper decidere di sé e per sé, perché comunque, come disse Sartre"non facciamo ciò che vogliamo ma diventiamo responsabili di ciò che siamo".

Auguri. Per il Natale che verrà.


Giorgio Marchese- Direttore La Strad@







SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Resurrezione. Il Sole che non vedi...
Uno come me, che... (Un limite o una risorsa?)
Cara Mamma (Amare. paura di soffrire)...
La parabola dell’Albatros e del Gabbiano.
Quello che pi¨ conta...
L’anticancro pi¨ efficace (Nel ricordo di Angelo).
Abbiamo dimenticato, che cos’Ŕ la vita?
Caro Paolo (La Forza del Silenzio).
La Vita. Una questione di scelte.
Il dolce e l’amaro (l’attesa e il commiato).
Se questo Ŕ un Uomo!
Il Mondo Ŕ dei furbi. Ma ne siamo sicuri?
Cronaca di una ribellione annunciata (Lettera aperta a Vodafone).
Lettera aperta all’Onorevole Jole Santelli.
DELLO STESSO AUTORE
Tessuto Nervoso.
L’ansia e la paura.
La biochimica delle emozioni.
Alle radici del Narcisismo...
Il Male oscuro?
L’importanza di ridimensionare l’attaccamento ai beni materiali.
Come si rinnova l’amore?
La Depressione.
Il Comportamento umano...
Ossessioni e dispercezioni.
Paura, autostima e sensi di colpa...
La paura di invecchiare.
Quesiti - La deflorazione.
La vera SolidarietÓ.
Il senso di inadeguatezza.
La determinazione e lo sviluppo sessuale.
Il nostro cervello...
La sensibilitÓ della donna e dell’uomo...
Catastrofe sociale. E morale.
Capire l’antifona - Lettera F.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione