Alzheimer: una malattia da condividere.
di Redazione La Strada  ( info@lastradaweb.it )

17 maggio 2014


Convegno, a Cosenza, il 17 Maggio.


"Siamo andati avanti così rapidamente in tutti questi anni che dobbiamo Sostare per consentire alle nostre anime di "Raggiungerci " ( Michael Ende "La storia infinita")

"Lei ha l’Alzheimer!"

Cosa si prova di fronte ad una simile diagnosi?

E, osservando un genitore (o un partner, fate voi) "rinchiudersi" all’interno di stanze dell’oblio, come conseguenza di decadimento cognitivo grave.... contro che livello (quantitativo e qualitativo) di frustrazione si può impattare?

Questo è stato l’argomento dell’interessante convegno svoltosi sabato 17 maggio 2014 presso la sala convegni del Coni, a Cosenza, moderato da Annarita Callari (addetto stampa del Comune di Cosenza), organizzato dalla dott.ssa Nadia Luise, Presidente della Cooperativa Sociale "Medicare" (che si occupa di assistenza domiciliare e ospedaliera), patrocinato dal Comune di Cosenza, con il contributo degli operatori Counselor di Neverland "Capelli d’argento" ONLUS (che eroga servizi a favore di un invecchiamento attivo ed ha messo a disposizione, nella sede del Convegno, dei punti di ascolto specifici per la problematica in questione) e la preziosa testimonianza de l’Università della Terza Età di Cosenza (con la presenza della collaboratrice Silvana Perri) e dell’Associazione di volontariato Penelope, che si occupa dell’assistenza ai malati di Alzheimer (rappresentata dal Presidente Pasquale Filice)

L’evento, dopo il saluto dell’assessore alla solidarietà e coesione sociale Manfredo Piazza, ha proposto l’intervento di due professionisti del settore:

il Prof. Evaristo Ettorre (Medico, specialista in Geriatria, docente di geriatria e medicina interna all’Università La Sapienza di Roma, Responsabile Unità Valutativa Alzheimer - Dipartimento Scienze dell’invecchiamento Policlinico Umberto 1 di Roma);

il dott. Giorgio Marchese (Medico, specialista in Psicoterapia - Docente di psicologia fisiologica e Psiconeuroimmunoendocrinologia ed epigenetica c/o la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ad Indirizzo Dinamico SFPID di Roma - Presidente Neverland "Capelli d’argento" ONLUS).

La Lectio magistralis del prof. Ettorre dal titolo "Invecchiare Bene è possibile?" si è articolata in 4 punti:

1. l’invecchiamento della popolazione come una vera risorsa e non un peso per gli individui e la collettività;

2. Aggiungere qualità agli anni potenziali che l’anziano può vivere, senza disabilità e fragilità;

3. la demenza oggi: incidente di percorso "prevedibile" e " possibilità di allontanarlo" dallo scenario di ogni anziano;

3. medicina geriatrica del futuro come medicina Predittiva e medicina personalizzata;

4. esperienze e casi pratici in relazione alle singole realtà in Italia e all’estero, con particolare attenzione alla realtà calabrese.

L’intervento del dott. Marchese, dal titolo "Sono ciò che ricordo, o quello che ho dimenticato? (Dal vecchio all’antico... una sconfinata "giovinezza"!), ha analizzato 7 aspetti (di forte impatto emotivo) evidenziando il ruolo del Counseling nell’aiuto dell’intero Caregiver (cioè, chi dà assistenza ad una persona malata):

  1. Cosa significa invecchiare;
  2. Il senso della vita come filo di Arianna;
  3. La differenza fra "invecchiare" e "antichizzare";
  4. I disturbi neurodegenerativi: come, lo stile di vita, può "contrastare" la genetica;
  5. Il ruolo di chi sta accanto a chi soffre;
  6. Come aiutare il malato e chi cerca di aiutarlo;
  7. "L’onore delle armi": come mantenere integra la propria dignità, nel viale del tramonto.

 Alla fine dell’incontro, si è svolto un interessante dibattito con i congiunti che assistono malati di Alzheimer e si è giunti alla conclusione che, nonostante le difficoltà che si incontrano in situazioni così critiche, quando ci si prende cura, con amore, di chi sta soffrendo, quest’ultimo, è capace di "regalare" emozioni all’interno di un rapporto affettivo che si modifica invertendo, spesso le posizioni per cui, genitori e figli si reincontrano a parti invertite.

Appuntamento per il mese di settembre in occasione della giornata Mondiale sull’Alzheimer.

Oggi non è che il ricordo di ieri. Domani non è che il sogno di oggi. (Eduardo de Filippo)

 

Alcune Immagini dell’evento

 

Questo, il video dell’intero convegno

Premi qui per tornare alla prima pagina

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
mail: direttore@lastradaweb.it
facebook: Neverland Formazione
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati