HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Multa e rimozione dell’auto illegittime.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

28 marzo 2011



Risarcibile il danno da stress?



La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 6712 depositata il 23 marzo 2011, ha confermato l’annullamento di una multa per sosta dell’autovettura sulle strisce pedonali accertata da un ausiliario del traffico nei confronti di una donna, incinta all’epoca dei fatti.


Nel caso specifico, il Giudice di Pace di Palermo, adito dalla donna interessata, aveva accolto il ricorso avverso il verbale di accertamento della violazione per una serie di motivi, in particolare perchè il verbale non recava i “precisi motivi” dell’omissione della contestazione immediata dell’infrazione (giustificata con il solo riferimento all’assenza del trasgressore); perchè l’ausiliario del traffico verbalizzante era privo di delega ad eseguire l’accertamento della violazione di cui trattasi; perchè il verbale non era stato notificato in originale o copia autentica. Inoltre, aveva riconosciuto alla ricorrente, incinta all’epoca, il rimborso delle spese per lo svincolo dell’autovettura ed il pagamento di €200,00, a carico del Comune di Palermo e dell’Amat s.p.a. (Azienda speciale per la mobilità) “a causa dello stress subito” nella ricerca del veicolo illegittimamente rimosso.


La Suprema Corte, nel respingere il ricorso per cassazione proposto dall’AMAT s.p.a, ha ritenuto corretta la decisione del giudice di merito, ribadendo il difetto di delega del verbalizzante ad eseguire l’accertamento della violazione contestata per essere, l’ausiliare, "delegato dal sindaco solo per l’accertamento delle violazioni relative all’uso delle schede parcheggio relative alle strisce blu", e non per l’accertamento di infrazioni diverse, come la sosta sulle strisce pedonali. L’ausiliario, essendo privo di delega, non era neppure legittimato a disporre la rimozione del veicolo.


Altresì, sulla sussistenza, in concreto, di uno stress patito in conseguenza dalla rimozione e della ricerca dell’autovettura, nella citata sentenza n.6712/2011, si rileva che "l’affermazione che la ricerca del proprio veicolo rimosso provochi stress non può affatto dirsi del tutto ingiustificata, e in quanto tale censurabile in sede di legittimità per vizio di motivazione, alla luce della comune esperienza".




Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
NovitÓ su autovelox.
La patente di guida vale come documento di riconoscimento.
Norme di circolazione stradale e mezzi di soccorso.
La figura professionale del mediatore familiare.
Contestazione immediata delle violazioni del codice della strada.
IndennitÓ di accompagnamento e trattamento chemioterapico.
RICONOSCIMENTO QUALIFICHE PROFESSIONALI.
L’errore professionale del medico
Il contratto di lavoro part-time.
A proposito di fastivitÓ natalizie.....
Ricorsi contro contestazioni di violazioni del codice della strada.
Divieto d’accesso alle vie del centro per i cani......
Comodato di immobile adibito ad abitazione.
Controllo della velocitÓ e tutor.
Chiarimenti sulla "patente a punti".
Il mobbing in Italia -parte prima-.
Quando il protesto Ŕ illegittimo....
Multe non pagate e cartelle esattoriali.
Multe e cinture di sicurezza.
Previdenza: condanna alle spese.
DELLO STESSO AUTORE
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
La patente di guida vale come documento di riconoscimento.
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Lesioni da caduta e risarcimento danni
LibertÓ di "parabolica" in condominio
Requisiti per iscriversi all’ordine dei giornalisti
Indennizzo per infortunio sul lavoro o malattia professionale.
Quesiti legali-L’adulterio Ŕ un reato?
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
Cosa fare quando l’inquilino non se ne va?
Crediti condominiali e prescrizione.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Locazione commerciale: recesso anticipato dell’inquilino.
Quesiti legali-Cassette postali e condominio.
Revoca dell’amministratore di condominio.
La ripartizione delle spese nella manutenzione del tetto.
Estinzione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne.
Rapporto fra genitori e figli nel diritto di famiglia
Caminetto e condominio.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione