HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Il direttore di giornali telematici
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

24 febbraio 2002

Molti sono gli interrogativi che ci si pone quando si intende avviare una pubblicazione telematica: vediamo cosa ne pensa la normativa vigente.

 

Molti sono gli interrogativi che ci si pone quando s’intende avviare una pubblicazione telematica, in particolare se è necessaria l’iscrizione presso il registro stampa del tribunale, se è necessario essere iscritti nell’albo dei giornalisti, come ottenere l’iscrizione in tale albo, se è indispensabile che la direzione sia affidata ad una figura professionale inquadrata nell’Ordine dei Giornalisti, tra gli iscritti all’elenco dei pubblicisti o dei Professionisti, oppure, ove si tratti di testate di argomento tecnico-scientifico, sia sufficiente il proprietario, o l’editore, o comunque una persona che si assuma la responsabilità verso terzi del periodico.

Ad alcune di queste domande si è già data risposta negli articoli di questa stessa sezione: "Requisiti per iscriversi all’ordine dei giornalisti" e "Adempimenti per l’editoria su Internet", cui si rinvia.

Il quesito che qui si esamina è se sia sempre indispensabile per i giornali telematici la presenza di un giornalista iscritto all’Albo professionale, in qualità di direttore responsabile.

La materia è disciplinata dalla legge sulla professione dei giornalisti (n.69/1963), secondo cui (art.46) i giornali devono essere diretti esclusivamente da un giornalista iscritto all’albo (professionista o pubblicista).

Tuttavia, l’art.28 della stessa legge prevede un elenco speciale nel quale sono iscritti i giornalisti stranieri e coloro che, "pur non esercitando l’attività di giornalista, assumano la qualifica di direttori responsabili di periodici o riviste di carattere tecnico, professionale o scientifico, esclusi quelli sportivi e cinematografici". Ciò significa che la direzione di una rivista "di carattere tecnico, professionale o scientifico" può essere assunta da una persona non iscritta all’Albo. Per esempio, un biologo può essere direttore responsabile di una rivista di biologia.

Se si tratta di pubblicazione con mezzi telematici vale la norma di cui all’art.28?.

Una nota del Ministero di Grazia e Giustizia del 26 ottobre 1995 escludeva che i giornali telematici potessero rientrare nella disposizione dell’art.28 della L. 69/63, affermando che per tali pubblicazioni si doveva affidare la direzione ad un giornalista iscritto all’Albo, professionista o pubblicista.

La nota seguiva un parere espresso sull’interpretazione dell’art. 28, in data 6 ottobre 1995, dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti, il quale sottolineava che, essendo eccezionale la disposizione che consente a coloro che non esercitano l’attività di giornalista di essere iscritti nell’Elenco Speciale quali direttori responsabili di periodici o riviste a carattere tecnico, professionale o scientifico, in quanto contiene una deroga specifica al principio generale secondo cui l’attività giornalistica è riservata ai giornalisti iscritti nell’albo professionale, la stessa non poteva essere applicata a fattispecie analoghe ai casi individuati dall’art. 28.

Il Consiglio affermava la mancanza nei giornali telematici del requisito relativo al contenuto della pubblicazione, che deve essere esclusivamente attinente ad una scienza, tecnica o professione, considerando che "un giornale telematico può fornire le più svariate informazioni (di agricoltura, turismo, economia, etc.) ed essere un mezzo di canalizzazione di notizie e indicazioni, di competenza esclusiva dei giornalisti ".

Altresì, rilevava la mancanza del requisito dell’esclusiva diffusione della rivista tra gli operatori di quella particolare scienza, arte o professione di cui tratta il periodico, giacchè un giornale telematico può essere diretto "a una platea sterminata, e indiscriminata, di utenti."

Pertanto, in virtù di tale interpretazione, tutti i giornali telematici, oltre ad essere soggetti all’obbligo della registrazione di cui all’art. 5 della L.47/1948, dovrebbero essere diretti esclusivamente da un giornalista iscritto all’albo (professionista o pubblicista), anche ove si tratti di testate di argomento tecnico-scientifico, che, peraltro, sono la maggioranza su Internet.

Invero, quest’interpretazione ha suscitato molte critiche perché non è parso logico sottoporre all’obbligatorietà di un direttore responsabile giornalista o pubblicista le riviste telematiche di argomento tecnico-scientifico quando quest’obbligatorietà è già stata eliminata per le riviste cartacee dei medesimi argomenti, considerato anche che gli utilizzatori di Internet sono in gran parte persone di estrazione professionale, esperti di informazione, informatici, tecnici, studenti, e che quello delle pubblicazioni su Internet è un fenomeno di cui si prevede uno sviluppo vertiginoso nei prossimi anni.

Tuttavia, negli ultimi tempi c’è stato un cambiamento di orientamento da parte del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti nel senso di consentire che riviste tecnico-scientifiche abbiano un direttore responsabile non giornalista né pubblicista, che viene iscritto nell’elenco speciale di cui all’art.28 L.69/1963.

Erminia Acri - Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Il rispetto della privacy
Conciliazione ON LINE per le controversie dei consumatori
I contratti a distanza
Il diritto d’autore in Internet
La firma digitale
Adempimenti per l’editoria su Internet
DELLO STESSO AUTORE
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
La patente di guida vale come documento di riconoscimento.
Quesiti legali-L’adulterio è un reato?
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Lesioni da caduta e risarcimento danni
Requisiti per iscriversi all’ordine dei giornalisti
Quesiti legali-Cassette postali e condominio.
Indennizzo per infortunio sul lavoro o malattia professionale.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Locazione commerciale: recesso anticipato dell’inquilino.
Libertà di "parabolica" in condominio
Quesiti legali-Cambiali scadute non pagate.
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
Cosa fare quando l’inquilino non se ne va?
Revoca dell’amministratore di condominio.
Crediti condominiali e prescrizione.
Estinzione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne.
Rapporto fra genitori e figli nel diritto di famiglia
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di là del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e là - Curiosità
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunità e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione