HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Un sostegno dignitoso.
di Maria Cipparrone  (  mariellacipparrone@libero.it )

27 settembre 2008



Prende sempre più piede l'amministratore di sostegno per i malati non autosufficienti. Vediamone i profili.


 

Dal 2004, in base alla legge n. 6/04, esiste la figura dell’amministratore di sostegno: una persona, nominata dal giudice tutelare, che aiuta chi non è in grado di compiere alcune azioni quotidiane e di amministrare i propri beni (p. es. i malati di Alzheimer, ma anche altre malattie invalidanti che necessitano di assistenza).

L’amministrazione di sostegno è in alternativa all’interdizione o all’inabilitazione del malato.

A differenza di queste ultime, l’amministrazione di sostegno conserva al malato la sua capacità di agire ed interviene, nella persona dell’amministratore, solo in caso di difficoltà, come, per esempio, per aiutarlo a gestire il suo patrimonio, se la persona non è in grado di farlo con lucidità e continuatamene. In tutti i casi, l’assistito ottiene la massima tutela.

Diversamente, l’interdizione è il provvedimento del Tribunale con il quale una persona viene dichiarata incapace a compiere atti o negozi giuridici. I suoi interessi sono curati completamente da un tutore o da un giudice.

Con l’inabilitazione, invece, alla persona viene affiancato dal giudice un curatore che compie solo gli atti che vanno oltre l’ordinaria amministrazione.

Il giudice, a seguito di una richiesta, può anche decidere di affiancare solo temporaneamente un amministratore di sostegno, stabilendone i compiti.

Se la persona diversamente abile viene già seguita, sono i responsabili dell’assistenza socio - sanitaria a chiedere la nomina.

La richiesta di un amministratore di sostegno può essere fatta dalla persona stessa, dal coniuge o dal convivente stabile, dai genitori, figli, nipoti, fratelli, zii, cugini, suoceri e cognati; dal pubblico ministero, tutore o curatore.

E’ necessario presentare una domanda all’ufficio del giudice tutelare presso il tribunale, con la documentazione che viene richiesta.

L’Amministratore di sostegno è una figura dipendente dal giudice tutelare, al quale deve rendere conto del suo operato.

Per questa figura, La legge stabilisce delle regole:

  • chi fa l’amministratore di sostegno lo fa gratuitamente;
  • non possono diventare amministratori di sostegno gli operai socio-sanitari perché l loro lavoro si basa sull’assistenza;
  • chi richiede al giudice l’amministratore di sostegno per un familiare deve informare tutti gli altri parenti e deve dimostrare al giudice che lo ha fatto;
  • l’amministratore deve riferire al giudice come sta il suo assistito;
  • il giudice stabilisce quanti soldi dell’assistito l’amministratore può spendere, quali atti può compiere e quali no;
  • ogni quando deve dare conto delle sue azioni.

Inoltre, il giudice può annullare le azioni compiute dall’amministratore in caso di violazione delle regole.

Per agevolare i committenti la legge ha semplificato la procedura che è rapida e poco costosa.

Per quanto concerne i costi, l’unica spesa prevista dalla legge dovrebbe essere quella di una marca da bollo da 8 euro.

Non tutti i tribunali hanno dimostrato completezza e chiarezza di informazioni, c’è ancora molto da migliorare. Per quanto concerne i tempi, la legge prevede che il giudice deve decidere entro due mesi dalla presentazione della domanda.

Chiaramente c’è sempre l’eccezione, in molti tribunali, infatti, i tempi non sono rispettati.

Maria Cipparrone

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Come risparmiare sulle spese natalizie...
Come difendersi dalle compagnie telefoniche.
Acqua potabile o minerale? Questo ? il dilemma...
Non solo raccomandate?
Le strisce blu son sempre pi¨ di moda....
Acquistare su Internet
Fast Food, pi¨ si diffonde e pi¨ nuoce...
Via libera alle azioni risarcitorie collettive.
Problemi con l’Artigiano - seconda puntata -
Addio pubblicitÓ ingannevoli.
Il credito al consumo.
Il tempo Ŕ denaro... Ŕ il caso di dirlo!
Veicoli a gas.
Banche ancora nemiche.
Banche: novitÓ per i consumatori.
Sigarette Elettroniche.
Redditi degli Italiani On Line.
Ma il futuro degli Italiani Ŕ a rate?
In alto i calici...spumanti e vini protagonisti delle feste
Quando si viaggia...
DELLO STESSO AUTORE
Le parole difficili della lingua italiana - dalla lettera A alla lettera B -
Gli Errori della Lingua Italiana - A/H
le parole difficili della lingua italiana - dalla lettera D alla lettera E-
Nuova TASSA sui RIFIUTI si paga in base a ci˛ ed a quanto si rifiuta
Il diritto d’autore in Internet
Problemi con l’Artigiano - terza puntata -
LINGUINE AI FIORI DI ZUCCA
Il fallimento del consumatore. L’italia si adegua agli Stati Uniti.
Occhio ai detersivi!
Comprare e vendere su eBay, conviene davvero?
Come Tutelare i Propri Diritti Senza Contenzioso Giudiziario
I fratelli Bandiera fra Storia e Diritto
Ultime della settimana.
Pasticcio di Verdure al Forno
Risotto Arlecchino
Fusilli casarecci al profumo d’autunno
Dura pi¨ a lungo ma Ŕ ugualmente fresco!
Cotolette di Pollo al Curry
Come risparmiare energia elettrica.
LEARNING BY DOING.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori - L’alta cucina... a casa propria!
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite

Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione