HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Addebito della separazione e rapporti sessuali.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

10 aprile 2005

Il rifiuto di avere rapporti sessuali col coniuge può essere motivo di addebito della separazione. Lo ha affermato la Cassazione in una recentissima sentenza.


Un marito siciliano, dolendosi della decisione dei giudici di merito che gli avevano addebitato la separazione per il rifiuto, protattosi per ben sette anni, di intrattenere normali rapporti affettivi e sessuali con la moglie, si è rivolto alla Corte di Cassazione per ottenere l’annullamento della predetta decisione, con conseguente addebito della separazione alla moglie.

Ciò perché, a suo dire, aveva interrotto i rapporti sessuali con la moglie in reazione alla condotta della stessa, colpevole di essersi schierata col fratello che aveva accusato il cognato di essersi appropriato di somme appartenenti alla Cooperativa edilizia da cui era stata realizzata la casa coniugale.

Ebbene, anche se il comportamento della moglie non è stato conforme ai doveri di solidarietà verso il marito, secondo i giudici di merito, v’è stata sproporzione tra il comportamento del marito e la condotta della moglie, che, pur rappresentando mancanza di fiducia, e quindi di solidarietà, nei confronti del coniuge, non integra di per sé una trasgressione grave dei doveri coniugali, tale da sorreggere la pronuncia di addebito.

La stessa argomentazione è stata condivisa dalla Cassazione, che, nel decidere sul ricorso del marito, con la sentenza n.6276 del 23.03.2005, ha precisato che "Il rifiuto, protattosi per ben sette anni, di intrattenere normali rapporti affettivi e sessuali con il coniuge costituisce gravissima offesa alla dignità e alla personalità del partner e situazione che oggettivamente provoca senso di frustrazione e disagio, spesso causa, per come è notorio, di irreversibili danni sul piano dell’equilibrio psicofisico".

Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
E’ modificabile l’assegno di divorzio?
Separazione senza figli ed assegnazione casa coniugale.
Adozione: un percorso avventuroso
Separazione e casa coniugale.
Diritto di visita del genitore non affidatario.
Il cognome del figlio naturale
Conto corrente cointestato e convivenza.
Il riconoscimento di un figlio nato al di fuori del matrimonio
Assegno di divorzio e nuova convivenza.
Pensione di reversibilitÓ tra coniuge superstite e coniuge divorziato.
Non Ŕ in colpa la moglie che non segue il marito.
Scambio di messaggi romantici via Internet ed infedeltÓ coniugale.
Figli maggiorenni: cessa l’obbligo di mantenimento ?
Ancora nuove sull’assegno di mantenimento.
Convivente e pensione di reversibilit
Separazione e tradimento.
Comunione legale e beni mobili.
IndennitÓ di fine rapporto e divorzio.
Coppie senza diritti.
Rottura del fidanzamento e restituzione dei regali
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Quesiti legali - Parentela, affinitÓ e famiglia di fatto
Quesiti legali-L’adulterio Ŕ un reato?
Requisiti per iscriversi all’ordine dei giornalisti
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Quesiti legali-Persone con disabilitÓ e parcheggio in area condominiale.
Quesiti legali-Se il regolamento di condominio non viene rispettato....
Quesiti legali - Un genitore ha il dovere di mantenere figlio maggiorenne e nipote?
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Quesiti legali-Danni al cancello condominiale.
Quesiti legali-Cassette postali e condominio.
Quesiti legali-Cambiali scadute non pagate.
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
Quesiti legali-Videocitofono e condominio.
Pu˛, il costruttore, nominare l’amministratore?
Quesiti legali- Assegno e prescrizione.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quesiti legali-CompatibilitÓ tra guida e psicofarmaci.
Quesiti legali-Se l’indennitÓ di maternitÓ viene negata...
Indennizzo per infortunio sul lavoro o malattia professionale.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione