HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Nati con la maglietta.
di Giorgio Marchese  ( direttore@lastradaweb.it )

23 ottobre 2018






Botta e risposta da "Il sognatore...."



A spasso verso un futuro migliore

 

Avrei bisogno di farle alcune domande che mi sono scaturite dalla lettura di un suo vecchio articolo intitolato Il sognatore. E’ disponibile?

Certo, come sempre.

Bene. lei, all’inizio del suo lavoro, riporta una frase che recita, testualmente, "Negli occhi dei bambini non c’è amarezza". Come si può essere certi di una cosa del genere, dal momento che ognuno di noi ha ricevuto tante frustrazioni durante la propria crescita?

La felicità della tua vita, dipende dalla qualità dei tuoi pensieri (Marco Aurelio). Man mano che si cresce e si diventa adulti, in base alle proprie esperienze e, soprattutto, alla personalità che si ci si ritrova, si può perdere il piacere di considerare la vita una "fantastica avventura" oltre che un’irripetibile opportunità. Questo non può accadere da piccoli (ovviamente non consideriamo situazioni particolari di malattie o sofferenze di altro genere). Si è mai soffermata sullo sguardo "perso" di un bambino di fronte ad uno stecco di zucchero filato? Ha mai notato il piacere che prova nell’assaporare una gomma da masticare o l’interesse che sviluppa davanti alla visione di un cartone animato?

...

Ogni attimo di felicità si genera su quella linea di confine fra il ricordo delle privazioni passate e il timore di poter perdere tutto, nel futuro.

Caspita, è vero!

Però, ad esempio, il fastidio che può provare un bambino piccolo quando nasce un fratellino e si sente meno al centro dell’attenzione, non può generare amarezza per il senso dell’abbandono che prova?

Diceva Filumena Marturano nell’omonima commedia di Eduardo de Filippo: "Lo sai quando si piange? Quando hai conosciuto il bene e non lo puoi avere!" Ogni genitore che ha imparato ad accettare il proprio "pargolo" a prescindere dal numero dei figli e dal quantitativo delle loro marachelle, trasmette inconsapevolmente il più grande tesoro del mondo: l’equilibrio interiore. "La felicità è un regolato scorrimento di lubrificanti endocrini" (E. Pound)

È vero che, crescendo, si soffre di più?

È un dato di fatto che, normalmente, ad uno sviluppo neurobiologico corrisponda un’attivazione sensoriale maggiore.

E questo cosa comporta?

Che ti accorgi di tante più cose, della realtà che ti circonda.

E quindi?

Tanto più sei maturo, tanto meglio affronterai gli eventi.

Restando tetragono ai colpi dei ventura?

Vedo che apprezza Dante Alighieri. In realtà, nessuna persona sincera con se stessa può far finta di nascondersi ai momenti belli e a quelli brutti. Si ride e si piange, questa è la verità!

C’è chi è più fortunato di altri?

Se non ci limitiamo ad ascoltare i racconti popolari e ci approfondiamo su quello che ci racconta la Storia (quella con la esse maiuscola, appunto), ci accorgeremo che, al massimo, si nasce più o meno avvantaggiati ma poi si recupera, se si vuole. Eclatanti esempi di disabili che hanno raggiunto i vertici nel campo dell’arte, dell’ingegneria e delle scienze in genere lo testimoniano contro chi vorrebbe vittimizzarsi per comodità.

Cosa intende per "ideale positivo" e per "impegnarsi e lottare"? Fino a che punto bisogna darsi da fare per realizzare un obiettivo? Non c’è il rischio di sacrificare molto della propria esistenza in attesa di vedere realizzato qualcosa che non si è neppure certi di raggiungere?

Si dice che qualcuno nasca "con la camicia" (molto fortunato) e chi "senza la camicia" (meno fortunato). Allo stato attuale, è più corretto affermare che gran parte delle persone si ritrovi "col cappotto" (buona salute, assenza di indigenza, ambiente protettivo, etc.) e non se ne accorge, anzi, o si "accomoda" godendosi il tepore, oppure si lamenta. A fronte di ciò, esiste un’altra frangia di volenterosi che, pur essendo coperti "solo da una maglietta", prendono il largo con la ferma determinazione di andare lontano e diventare, come sosteneva Einstein, "persone di valore oltre che di successo". Ecco, io ritengo di essere uno di loro, anche se non è facile diventarlo.

Un’ultima domanda. C’è un modo per cercare di udire ogni giorno il "suono armonico" di cui lei parla alla fine del suo articolo?

"C’è un’ape che si posa su un bottone di rosa: lo succhia e se ne va. Tutto sommato, la felicità è poca cosa!" (Trilussa).

Ho i brividi: è normale?

Vuol dire che ha capito...

 

G. M. - Medico Psicoterapeuta (20 luglio 2009)

 

Si ringrazia Erminia Acri per la formulazione delle domande

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Non arrenderti mai!
A Proposito di timidezza...
Crisi...
Gli esami non finiscono mai...
Alle radici del Narcisismo...
Puntare su se stessi...
L’onore delle armi.
La Logica e il Pensiero.
La solitudine.
Il potere della gentilezza.
Smascheriamo i furbacchioni !
Onesti. Fino in fondo?
I migliori anni della nostra vita...
Paure, fobie e sensi di colpa.
Morale, Politica e SocietÓ.
Rimorsi, rimpianti, sensi di colpa.
MaturitÓ e Saggezza.
La paura del futuro.
Il Tempo, la Vita e i Bisogni.
Psicoterapia e Counseling.
DELLO STESSO AUTORE
La biochimica delle emozioni.
Il Male oscuro?
L’ansia e la paura.
Paura, autostima e sensi di colpa...
Neuroni e Nevroglia.
Capire l’antifona - Lettera F.
Tessuto Nervoso.
Opportunismo e opportunitÓ.
A proposito di presunzione...
Igiene mentale.
Diventare migliori...
Come si rinnova l’amore?
Dottore, Dottore... come si fa a viver bene?
L’importanza di ridimensionare l’attaccamento ai beni materiali.
Le medie di Alfa Romeo.
Il tempo, i conflitti e lo stress...
Il nostro cervello...
Il Pensiero e la coscienza di sÚ.
Quesiti - La deflorazione.
Capire l’antifona - Lettera B.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione