HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Condominio: riparto spese straordinarie e ricorso al decreto ingiuntivo.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

14 novembre 2004

L'amministratore del condominio ha il potere di ripartire le spese straordinarie?


Il nostro ordinamento attribuisce all’assemblea condominiale il potere di disporre in ordine alle spese comuni ed alla relativa ripartizione tra i condomini (art.1135 cod.civ.).

Ciò vale anche per le spese di carattere straordinario che, pure se approvate dall’assemblea, necessitano dell’approvazione del criterio dal relativo frazionamento da parte dell’assemblea stessa. Lo ha confermato una recente sentenza del Giudice di Pace di Castellammare di Stabia (n.3266 del 19 luglio 2004), con cui è stato dichiarato inefficace e revocato il decreto ingiuntivo ottenuto da un amministratore condominiale nei confronti di un condomino inadempiente rispetto al pagamento di oneri condominiali relativi ad una bolletta avente ad oggetto spese straordinarie, al cui frazionamento aveva provveduto lo stesso amministratore.

Il giudicante, rilevato che non risultava dal verbale assembleare l’adozione di un criterio di ripartizione della spesa - compito spettante all’assemblea -, né un richiamo all’adozione di una tabella millesimale, sicchè la spesa non poteva che essere stata frazionata dall’amministratore condominiale, il quale aveva emesso e firmato la bolletta allegata al ricorso per decreto ingiuntivo, ha affermato l’arbitrarietà di tale comportamento dell’amministratore, considerata l’elencazione tassativa dei poteri dell’amministratore contenuta nell’art. 1130 cod.civ., e l’attribuzione all’assemblea - e non all’amministratore - del potere di ripartire le spese, che rivelano l’intenzione del Legislatore di riservare tale materia all’assemblea dei condomini e sottrarla all’amministratore.

Pertanto, pur esistendo in astratto l’obbligo di pagare da parte del condomino, perché l’obbligo di pagare i contributi condominiali sorge nel momento in cui viene approvata la delibera e non nel successivo momento dell’approvazione del criterio di riparto, nel caso esaminato, sono stati reputati mancanti l’esigibilità e la liquidità del credito, da cui la revoca del decreto ingiuntivo.

Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Furto in casa favorito da impalcature e ponteggi.
Aria condizionata e condominio.
Oneri condominiali e vendita di immobile.
Deroghe ai criteri di ripartizione delle spese condominiali.
Quesiti legali-Condominio e sopraelevazione.
Equa riparazione per un processo troppo lungo.
Chi deve redigere il regolamento condominiale?
Danni causati da beni condominiali a terzi.
Elezione dell’amministratore condominiale.
Inadempienze spese condominiali
Quando il singolo comproprietario anticipa le spese....
Rinunzia all’uso dell’impianto centrale di riscaldamento.
Canna fumaria e condominio.
Regolamento condominiale predisposto dal costruttore.
Fioriere condominiali.
Addobbi natalizi e condominio.
Infiltrazioni e allagamenti in condominio
Pagamento oneri condominiali e vendita dell’unità immobiliare.
Polizza d’assicurazione del condominio.
Avvisi condominiali e privacy.
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinità e famiglia di fatto
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quesiti legali-Persone con disabilità e parcheggio in area condominiale.
Quesiti legali-L’adulterio è un reato?
Quesiti legali-Videocitofono e condominio.
Quesiti legali-Cambiali scadute non pagate.
Quesiti legali-Se l’indennità di maternità viene negata...
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Sosta abusiva nel cortile condominiale.
Quesiti legali - Cambio di abitazione o di residenza.
Il diritto all’integrità psicofisica
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Separazione per volontà unilaterale.
Permessi lavorativi Legge 104/92.
Quesiti legali-Se il regolamento di condominio non viene rispettato....
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
Il cancello condominiale.
Quesiti legali-Danni da caduta di albero e locazione.
Quesiti legali-Somme percepite in più sullo stipendio da un’insegnante.
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di là del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e là - Curiosità
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunità e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione