HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
La patente a punti "approda" alla Corte Costituzionale.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

16 maggio 2004

La decurtazione dei punti dalla patente di guida è costituzionalmente legittima?


L’art. 126-bis, comma 2, del Codice della Strada - come modificato con il Decreto Legge 27 giugno 2003, n 151, convertito con modificazioni dalla Legge 1 agosto 2003, n.214- prevede, in caso di mancata identificazione del conducente, la decurtazione dei punti dalla patente del proprietario del veicolo, salvo che quest’ultimo indichi, entro 30 giorni dalla richiesta dell’autorità competente, le generalità dell’effettivo conducente.

Tale norma ha suscitato immediatamente dubbi di incostituzionalità sotto vari profili, e la relativa questione è stata sollevata dal Giudice di Pace di Pisa, che, con ordinanza del 27 aprile 2004, ha trasmesso gli atti del pendente giudizio - avente ad oggetto l’opposizione avverso verbale di contravvenzione stradale - alla Corte Costituzionale perché si pronunci sulla legittimità costituzionale del citato art. 126 bis, comma 2, del Codice della Strada, nella parte in cui prevede, in caso di mancata identificazione del conducente, la decurtazione dei punti dalla patente del proprietario del veicolo.

Le motivazioni su cui si fonda la questione di legittimità costituzionale sono essenzialmente le seguenti:

- Violazione dell’art. 27 della Costituzione, secondo cui " La responsabilità penale è personale", principio che s’intende esteso a tutte le violazioni per le quali sono previste sanzioni che colpiscono la persona.

Ebbene, la decurtazione dei punti ad un soggetto diverso dall’autore della violazione risulta applicata a titolo di ’responsabilità oggettiva’, "istituto estraneo al vigente diritto sanzionatorio penale e amministrativo" -- come precisato dal Giudice di Pace di Pisa-. La legge n.689/1981, stabilisce, infatti, all’art. 3, che, nelle violazioni in cui è applicabile una sanzione amministrativa, ciascuno è responsabile della propria azione od omissione, cosciente e volontaria, sia essa dolosa o colposa, conseguentemente non è consentito chiamare a rispondere un soggetto al posto di altri.

- Violazione dell’ art. 24, comma 2, della Costituzione, secondo cui "La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento", poichè - si legge nell’ordinanza - "la norma che prevede l’obbligo di denuncia a carico del proprietario, quando gli organi di polizia non siano riusciti ad identificarlo, atteso che l’obbligo di denuncia sussiste solo in capo a determinati soggetti che rivestano pubbliche funzioni, laddove per contro l’imposizione al proprietario di denunciare il conducente del veicolo responsabile della violazione, appare limitare il diritto di difesa del cittadino, obbligato a parlare, mentre il diritto al silenzio è ormai patrimonio acquisito del nostro ordinamento".

- Violazione dell’art. 3 della Costituzione (principio di uguaglianza), perchè la sanzione della decurtazione dei punti al proprietario del veicolo risulta applicabile solo nei casi in cui il proprietario sia munito di patente, mentre nel caso in cui "il proprietario fosse una persona giuridica essa non colpirebbe nemmeno il proprietario del veicolo ma il suo legale rappresentante o addirittura un soggetto ulteriore scelto con criteri soggettivi e casuali".

Alla Corte Costituzionale l’ardua sentenza!

Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Comodato di immobile adibito ad abitazione.
Previdenza: condanna alle spese.
La manovra finanziaria 2010-2013.
Multe e cinture di sicurezza.
Il mobbing in Italia-parte terza-
Diventare "cittadino italiano".
Indennitā di accompagnamento e trattamento chemioterapico.
Danno autoprovocato dall’alunno.
Contravvenzioni stradali e notifiche a mezzo posta.
L’affaire ECM .
La figura professionale del mediatore familiare.
Licenziamento del lavoratore in malattia.
E’ valida la multa senza preavviso di violazione?
Quesiti legali-Locazione e abitabilitā.
Espressioni ingiuriose e licenziamento.
Norme di circolazione stradale e mezzi di soccorso.
L’errore professionale del medico
Requisiti reddituali per la pensione di inabilitā.
Ricorso contro le contravvenzioni stradali "a mezzo posta".
Multe Autovelox.
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali-L’adulterio č un reato?
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Quesiti legali - Parentela, affinitā e famiglia di fatto
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quesiti legali-Persone con disabilitā e parcheggio in area condominiale.
Quesiti legali-Se il regolamento di condominio non viene rispettato....
Rapporto fra genitori e figli nel diritto di famiglia
Quesiti legali-Quando un figlio maggiorenne convive more uxorio....
Quesiti legali-Compatibilitā tra guida e psicofarmaci.
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
Quesiti legali- Invaliditā civile e attivitā lavorativa.
Quesiti legali-Danni al cancello condominiale.
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
Quesiti legali - Cambio di abitazione o di residenza.
Una domenica ’lavorativa’
Titolo di studio estero.
Il diritto all’ambiente salubre
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lā del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lā - Curiositā
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunitā e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione