HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Norme di circolazione stradale e mezzi di soccorso.
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

1 settembre 2014


I mezzi di polizia e di soccorso in genere sono esonerati dall'osservanza delle normali prescrizioni di circolazione?



Il Codice della Strada (art.177) prevede che i conducenti dei veicoli adibiti a servizio di polizia, i mezzi soccorso, le autoambulanze, nell’espletamento di servizi urgenti, non sono tenuti a osservare gli obblighi, i divieti e le limitazioni relativi alla circolazione, le prescrizioni della segnaletica stradale e le norme di comportamento in genere, qualora usino congiuntamente il dispositivo acustico di allarme (sirena) e quello di segnalazione visiva a luce lampeggiante blu; ma sono comunque tenuti ad osservare le segnalazioni degli agenti del traffico ed a RISPETTARE LE REGOLE DI COMUNE PRUDENZA E DILIGENZA (art.177, 2°comma).

Ciò vuol dire che il Legislatore ha inteso attribuire ai conducenti dei mezzi di polizia e in genere di soccorso la facoltà di derogare alle normali prescrizioni di circolazione, senza esonerarli, però, dall’osservanza delle norme di prudenza e di cautela, allo scopo di evitare l’insorgere di condizioni di rischio per gli utenti della strada.

In proposito, la sentenza della Corte di Cassazione, sez. IV penale, n.976/2014 ha confermato il costante indirizzo giurisprudenziale secondo cui “anche nei casi di veicoli impegnati in servizi urgenti di istituto, il D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, art. 177, comma 2, (C.d.S.), pur autorizzando il conducente di detto mezzo - qualora usi congiuntamente il dispositivo acustico supplementare di allarme e quello di segnalazione visiva a luce lampeggiante blu, a violare le regole sulla circolazione stradale - non lo esonera dall’osservanza delle regole di comune prudenza e diligenza. In altri termini, tale conducente non è tenuto ad osservare gli obblighi, i divieti e le limitazioni relativi alla circolazione stradale, di guisa che non potrà essere sanzionato per le relative violazioni; ma da questa disciplina derogativa non può trarsi la conseguenza che egli sia anche autorizzato a creare ingiustificate situazioni di rischio per altre persone o che non debba tener conto di particolari situazioni della strada o del traffico o di altre particolari circostanze adeguando ad esse la sua condotta di guida (esemplificando e con riferimento al caso di specie: il conducente in servizio urgente di istituto ben può tenere una velocità superiore al consentito, ma, allorchè giunga in prossimità di un incrocio percorso da altri veicoli con diritto di precedenza, deve verificare, prima di immettersi nell’incrocio medesimo, che i conducenti abbiano avvertito la situazione di pericolo e abbiano posto in essere le opportune manovre per concedere la precedenza al veicolo favorito)”.



Erminia Acri-Avvocato


SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Contestazione verbale infrazioni stradali.
A proposito di festivitÓ natalizie.....
Impugnazione del licenziamento.
Locazione ed oneri accessori.
Ricorso al Prefetto avverso contravvenzioni stradali.
L’affaire ECM .
Danno autoprovocato dall’alunno.
Quando si promette il lavoro che non c’Ŕ....
Circolazione a targhe alterne.
Il mobbing in Italia -parte seconda-.
Finanziaria 2005 e spese di giustizia.
Permessi lavorativi Legge 104/92.
Anche la pubblica amministrazione, se sbaglia, deve pagare.
Chiarimenti sulla "patente a punti".
Requisiti reddituali per la pensione di inabilitÓ.
Il mobbing in Italia-parte quarta-
Multa per un’automobile venduta.
Benefici previdenziali lavoratori esposti all’amianto.
Centrali rischi private e protezione dei dati personali.
NovitÓ su autovelox.
DELLO STESSO AUTORE
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Quesiti legali-Persone con disabilitÓ e parcheggio in area condominiale.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Quesiti legali-Cassette postali e condominio.
Quesiti legali-Cambiali scadute non pagate.
Quesiti legali-L’adulterio Ŕ un reato?
Indennizzo per infortunio sul lavoro o malattia professionale.
Quesiti legali - Tassa per il passo carraio.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Installazione tende da sole in edificio condominiale.
Limiti alla ripetizione di trattamenti pensionistici INPS.
Quesiti legali-Videocitofono e condominio.
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
La patente di guida vale come documento di riconoscimento.
Separazione per volontÓ unilaterale.
Quesiti legali- Assegno e prescrizione.
Lesioni da caduta e risarcimento danni
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione