HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Il giorno della memoria.
di Redazione La Strada  ( info@lastradaweb.it )

21 febbraio 2004

Dalla casa circondariale di Paola (Cs), per non dimenticare.


Gent.mo Avvocato Mariano Marchese

Chi le scrive è il detenuto Lo Giudice Pietro, attualmente sto frequentando la classe 3° del corso di scuola alberghiera. La ringrazio per aver risposto alla mia missiva, che precedentemente le avevo inviato. Con la presente, colgo l’occasione di inviarle un mio scritto, che lei provvederà ad inserirlo nel sito Internet. Le chiedo gentilmente se può farmi pervenire una copia di tutti i miei scritti di cui lei è in possesso, in quanto io ne sono sprovvisto. Rimanendo in attesa e, fiducioso in un suo interessamento, le invio distinti saluti.

Paola 29/01/2004 - Lo Giudice Pietro

 

 

Il "Giorno della memoria"

Il 27 gennaio è divenuta per volere del presidente della repubblica una data storica. In questa giornata si celebra in tutta Italia la "Giornata della memoria", perché sono state abbattute le cancellate di Auschwitz e liberati dagli americani gli ebrei. In questo periodo in tv abbiamo modo di vedere molti dossier sull’olocausto, attraverso una ricostruzione storica viene ricordata la vicenda degli ebrei. Le immagini documentano tutte le torture che questo popolo sfortunato ha subito. Nella 2 guerra mondiale il famoso tedesco Hitler voleva creare la razza pura (ariana) tutta tedesca, ed estinguere secondo i suoi progetti quella da lui definita impura. Cominciò ad imporre le sue leggi razziali, attraverso la guerra si impossessò di diverse regioni. Intere popolazioni di origine ebrea vennero sterminate, ed anche zingari, handicappati, perché considerati spazzatura. Creò i campi di concentramento, le persone rinchiuse in quei lager hanno vissuto sulla propria pelle e sperimentato tutte le follie di un dittatore assatanato di potere. Alcuni venivano denudati e lasciati a morire di fame, gli veniva tolta la cittadinanza, altri venivano bruciati vivi nei forni crematori, altri ancora venivano uccisi con i gas. Ogni individuo aveva la sua sorte, parecchi venivano sterilizzati, oppure su di essi sperimentavano i virus. In alcuni venivano create delle bruciature su parti del corpo per verificare la reazione dell’organismo. Usavano questi metodi per cancellare l’identità delle persone, questo era in sostanza lo scopo del lager. Credo che la "Giornata della memoria" si debba ricordare per sempre, in modo che tali orribili episodi non si verifichino mai più.

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Pensieri.
Tante sbarre.
Rimembranze
Riflessioni vespertine.
Il corso di giornalismo?
14 Settembre 2001, Ore 12
Frammenti di speranza
Controllo notturno.
Giovane età.
La perquisizione.
All’indomani dell’attentato di Madrid
Ti guardo.
Spaccati di vita
La mia poesia...
Mare in tempesta.
Io combatto!
Uscita per l’aria.
Cielo.
Grazie, perchè...
Il teatro della vita.
DELLO STESSO AUTORE
Segnalazioni Autovelox in provincia di Cosenza.
L’importanza dell’acqua per i bambini.
Un sogno e una speranza
Lo ZEN e L’arte del tiro con l’arco.
Neverland (No Profit e ONLUS) e l’aiuto solidale.
Corso di qualifica professionale per Counselor.
La vera storia de i giorni della merla.
La psicologia dell’amore romantico - N. Branden
Cristina Donà - Il vuoto esistenziale.
Vincent van Gogh - Io non mi arrendo...
Paola Nicotera - L’invisibile
Anonimo - L’importanza dell’Oggi.
Aspettando Leonardo da Vinci...
Anonimo - La perfezione non serve!
L’arte di ascoltare - E. Fromm.
Morire d’impresa.
Anonimo - Sul senso della vita...
Quanti errori, nei trattamenti farmacologici degli italiani!
Confucio - Il tempo.
Proteggiamo i bambini
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di là del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e là - Curiosità
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunità e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione