HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Quando si acquista un immobile....
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

11 gennaio 2004

Il venditore è obbligato a consegnare il certificato di abitabilità?


Il certificato -o licenza- di abitabilità, che è rilasciato dal comune in base al D.P.R. 22 aprile 1994, n. 425, ha due scopi:

- quello di attestare l’idoneità dell’immobile ad essere adibito ad uso abitativo, a seguito della valutazione della sua conformità agli standards minimi di stabilità, sicurezza ed igiene degli edifici;

- quello di garantire l’idoneità dell’immobile ad "assolvere una determinata funzione economico sociale e quindi a soddisfare in concreto i bisogni che hanno indotto l’acquirente ad effettuare l’acquisto" (sentenza Corte di Cassazione, 10 giugno 1991, n. 6576).

Il certificato di abitabilità, quindi, è fondamentale per il godimento e la commerciabilità dell’immobile, anche ove lo stesso sia stato costruito in conformità alle norme igienico-sanitarie, urbanistiche ed alle prescrizioni dettate dalla concessione ad edificare.

L’importanza del certificato evidenzia come la sua assenza (o perché non ancora ottenuto o perché non potrà mai essere rilasciato) non possa non incidere sul contratto di vendita dell’immobile che ne è privo. Infatti, in proposito, la giurisprudenza ha precisato che il venditore di un bene immobile destinato ad abitazione, mancando patti contrari, ha l’obbligo di dotare tale bene della licenza di abitabilità senza della quale esso non è idoneo a realizzare la sua funzione economico - sociale, e siffatto requisito, essenziale per il legittimo godimento e la commerciabilità del bene, non può essere sostituito dalla definizione della pratica di condono nè da altro, perchè chi acquista un immobile ha diritto alla consegna di un appartamento che sia in tutto conforme alle leggi, ai regolamenti ed alla concessione edilizia, e per il quale sia stata, perciò, rilasciata la licenza di abitabilità.

Pertanto, la mancata consegna della licenza comporta un inadempimento da parte del venditore che legittima il promittente acquirente a rifiutarsi di stipulare il contratto definitivo di compravendita, e che può dare luogo a risoluzione del contratto o, comunque, al risarcimento del danno, a nulla rilevando che l’immobile sia stato costruito in conformità delle norme in tema di edilizia e delle prescrizioni della concessione ad edificare, oppure che sia stato concretamente abitato.


Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
Servizio telefonico a condizioni agevolate.
Praticanti avvocati.
Guida al cellulare senza auricolare.
Divieto d’accesso alle vie del centro per i cani......
L’errore professionale del medico
Diventare "cittadino italiano".
Mediazione civile e commerciale e formazione.
La figura professionale del mediatore familiare.
A proposito di fastivitā natalizie.....
Novitā sulla patente a punti.
Semafori spia e privacy.
Nuove disposizioni sugli autovelox fissi.
Centrali rischi private e protezione dei dati personali.
Assegno al nucleo familiare.
RICONOSCIMENTO QUALIFICHE PROFESSIONALI.
Novitā sull’infortunio in itinere.
Nulla la multa del vigile in borghese.
Il contratto di lavoro part-time.
Inidoneitā fisica sopravvenuta e licenziamento.
Il mobbing in Italia -parte seconda-.
DELLO STESSO AUTORE
La patente di guida vale come documento di riconoscimento.
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Quesiti legali-L’adulterio č un reato?
Lesioni da caduta e risarcimento danni
Libertā di "parabolica" in condominio
Quesiti legali-Cambiali scadute non pagate.
Requisiti per iscriversi all’ordine dei giornalisti
Installazione tende da sole in edificio condominiale.
Estinzione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne.
Cosa fare quando l’inquilino non se ne va?
Quesiti legali-Cassette postali e condominio.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Costruzione di balconi o terrazzi negli appartamenti.
Rapporto fra genitori e figli nel diritto di famiglia
Indennizzo per infortunio sul lavoro o malattia professionale.
Infedeltā e separazione di fatto dal coniuge
Multa per un’automobile venduta.
Revoca dell’amministratore di condominio.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lā del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lā - Curiositā
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
Comunitā e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n° 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione