HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Quando la separazione dei coniugi Ŕ "finta"...
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

3 gennaio 2004

Secondo la Cassazione è valida la separazione originata da un accordo simulatorio, diretta esclusivamente a fini fiscali.


La Corte di Cassazione, con una recente sentenza (n.17607 del 20 novembre 2003), ha escluso la possibilità di far valere la simulazione in relazione allo scioglimento del matrimonio civile, pronunciato a seguito di una separazione consensuale intervenuta tra i coniugi unicamente per risolvere problemi fiscali.

Nel caso di specie, il ricorrente sosteneva l’improponibilità della domanda di divorzio per essere stata la separazione consensuale frutto di un accordo simulatorio, rilevando l’assurdità logica e giuridica della negazione ai coniugi della possibilità di far valere l’invalidità dell’accordo, e di una sentenza di divorzio basata su una separazione non voluta al momento in cui è stata apparentemente concordata.

Tuttavia, tali argomentazioni non hanno trovato accoglimento presso la Suprema Corte.

Come precisato dalla giurisprudenza, la separazione si fonda sul consenso manifestato dai coniugi dinanzi al presidente del Tribunale e l’omologazione dell’accordo da parte del Tribunale ha il solo scopo di attribuire efficacia dall’esterno all’accordo di separazione, dopo averne controllato la compatibilità rispetto alle norme cogenti ed al principi di ordine pubblico, nonché la conformità delle condizioni relative all’affidamento ed al mantenimento dei minori al loro interesse.

L’accordo di separazione esprime la capacità dei coniugi di autodeterminarsi responsabilmente, e si concreta nella volontà di vivere separati, nella convinzione che tale scelta sia vantaggiosa per entrambi.

Pertanto, secondo la Corte, la volontà di conseguire lo status di coniugi separati, manifestata con l’accordo di separazione, è effettiva, e non simulata, sicchè l’efficacia della separazione supera e neutralizza il precedente accordo simulatorio, poichè è "logicamente insostenibile che i coniugi possano disvolere con detto accordo la condizione di separati ed al tempo stesso volere l’emissione di un provvedimento giudiziale destinato ad attribuire determinati effetti giuridici a detta condizione: l’antinomia tra tali determinazioni non può trovare altra composizione che nel considerare l’iniziativa processuale come atto incompatibile con la volontà di avvalersi della simulazione".

Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
L’Adozione.
Ancora nuove sull’assegno di mantenimento.
Unioni di fatto e accordi di convivenza.
La scomparsa del coniuge
Adozione: un percorso avventuroso
Assegno di divorzio e nuova convivenza.
Il cognome del figlio naturale
Revisione assegno divorzile.
Separazione senza figli ed assegnazione casa coniugale.
Violazione dell’obbligo di convivenza e addebito della separazione.
Assegnazione della casa coniugale e comodato.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Quando il coniuge ha le mani bucate....
Gli effetti del matrimonio annullato
Separazione per volontÓ unilaterale.
Limiti al mantenimento di figli maggiorenni.
A chi tocca la casa familiare?
Separazione e casa coniugale.
Convivenza ex coniuge ed assegno divorzile.
Assegni familiari ed affidamento dei figli ai servizi sociali.
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinitÓ e famiglia di fatto
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Locazione ad uso commerciale e riscaldamento.
Quesiti legali-Persone con disabilitÓ e parcheggio in area condominiale.
Diritto al mantenimento del proprio cognome nell’adozione
Addobbi natalizi e condominio.
Quesiti legali- Contratti di manutenzione ascensore di lunga durata.
Quesiti legali-Videocitofono e condominio.
Trasferimento di unitÓ immobiliare
Il ruolo del socio accomandante nelle s.a.s.
Quesiti legali- Assegno e prescrizione.
Quesiti legali-Se il regolamento di condominio non viene rispettato....
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Quesiti legali-L’adulterio Ŕ un reato?
Quesiti legali - Un genitore ha il dovere di mantenere figlio maggiorenne e nipote?
Pu˛, il costruttore, nominare l’amministratore?
Quesiti legali-Cassette postali e condominio.
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
Quesiti legali-Danni da caduta di albero e locazione.
Quesiti legali-Quando il portone condominiale Ŕ rotto...
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione